Scena da 'Black Widow' - Foto: Marvel Studios
Scena da 'Black Widow' - Foto: Marvel Studios

'Black Widow' sta rivitalizzando il box office mondiale e nel corso del weekend ha fatto registrare incassi per oltre 215 milioni di dollari. Il dato più interessante è però relativo agli utenti di Disney+ che hanno speso una cifra aggiuntiva, rispetto a quella dell'abbonamento, per vedere il film in streaming. Walt Disney Company ha deciso di rendere per la prima volta pubbliche le cifre del suo servizio online e così scopriamo che 'Black Widow' ha guadagnato 80 milioni di dollari nei cinema statunitensi, 78 milioni di quelli del resto del mondo e 60 milioni grazie Disney+.

'Black Widow' premiato dallo streaming

I dati sono complessivamente incoraggianti, per il mercato cinematografico, e vale la pena di sottolineare che, se consideriamo i soli Stati Uniti, il film con Scarlett Johansson ha fatto registrare il migliore primo weekend di programmazione da quando è iniziata la pandemia di Coronavirus. Per quanto il risultato complessivo sia leggermente minore di quanto ipotizzato inizialmente, siamo comunque di fronte a un successo.

L'aspetto più interessante è però rappresentato dai 60 milioni di dollari incassati grazie a Disney+, che rappresentano una fetta consistente dei guadagni totali. Alcuni analisti si chiedono se questa cifra incoraggerà un cambiamento nelle strategie distributive, con una radicale riduzione del tempo trascorso fra il debutto al cinema e quello in streaming (in Italia sono passati solamente due giorni fra l'uno e l'altro).

La domanda rimane per ora senza una risposta certa, perché non è facile comprendere fino a che punto la visione domestica è stata incoraggiata da un cambiamento di abitudini sistemico, con un abbandono pressoché definitivo delle sale cinematografiche, oppure dai timori legati alla pandemia di Coronavirus, che potrebbero avere spinto gli utenti a evitare il rischio di assembramento, ma che non sarebbero la spia di una modifica delle preferenze distributive. Insomma, una volta superata la pandemia, nessuno è in grado di dire se coloro che hanno preferito lo streaming continueranno a farlo oppure torneranno al cinema, e in quali percentuali lo faranno. Resta comunque il fatto che la distribuzione online sta sempre più diventando significativa e che bisognerà tenerne conto, in un modo o nell'altro.