Immagine dal film 'Laila in Haifa' - Foto: Agav Films/CDP/United King Films Distribution
Immagine dal film 'Laila in Haifa' - Foto: Agav Films/CDP/United King Films Distribution

Dalla mezzanotte di domenica 4 luglio esiste una nuova piattaforma streaming. Si chiama Biennale Cinema Channel, è promossa dalla Biennale di Venezia insieme a MYmovies ed è una selezione di film presentati nelle varie sezioni dei Festival di Venezia degli ultimi anni, rimasti inediti in Italia. Un'occasione ghiotta per i cinefili, che in questo modo possono recuperare opere, in lingua originale con sottotitoli in inglese e italiano, di autori come Atom Egoyan, Amat Escalante, Amos Gitai, Benoit Jacquot, Kiyoshi Kurosawa, Carlos Reygadas, Arturo Ripstein e Yesim Ustaoglu.

Il Biennale Cinema Channel richiede un abbonamento mensile di 7,90 euro, oppure uno trimestrale da 19,90. Si parte con un catalogo di trentasei titoli, ai quali si aggiungeranno a settembre le prime mondiali della Sala Web, in contemporanea con le proiezioni nell'ambito del Festival 2021, e poi altri lungometraggi ancora da stabilire.

Il direttore della Mostra Alberto Barbera ha dichiarato: "Abbiamo deciso di creare un canale online in collaborazione con l'affermata piattaforma streaming italiana MYmovies per proporre al pubblico italiano una serie di film di alta qualità presentati in questi anni alla Mostra e attualmente non disponibili nel nostro territorio. Con questa iniziativa intendiamo aiutare tutti quei registi e produttori che credono nella Mostra di Venezia, offrendo loro la possibilità di ottenere una distribuzione per il mercato italiano, e sperando di regalare ai loro film una maggiore e più duratura visibilità".