11 apr 2022

'Beverly Hills Cop 4', il regista del film è Mark Molloy

Dopo anni di attesa, Eddie Murphy è più vicino a tornare nei panni del detective Axel Foley

Foto: Paramount Pictures
Eddie Murphy (foto Paramount Pictures)

Dopo anni e anni di tentativi infruttuosi, sembra che 'Beverly Hills Cop 4' si stia avvicinando a diventare realtà: Netflix ha infatti scritturato Mark Molloy in qualità di regista e questo porta il detective Axel Foley (interpretato da Eddie Murphy) vicino al ritorno in scena.

Beverly Hills Cop, la saga

La saga di 'Beverly Hills Cop', distribuita in Italia con il titolo 'Un piedipiatti a Beverly Hills', nasce nel 1984, grazie a un personaggio creato da Daniel Petrie Jr. e Danilo Bach. La trama racconta di un poliziotto piuttosto peculiare: esperto di vita di strada, scapestrato, con una parlantina irresistibile, un fiuto investigativo infallibile e un incrollabile senso di giustizia. Nel primo film del franchise, il nostro eroe indaga sulla morte di un amico e si sposta da Detroit alla California per rintracciare quelli che ritiene essere i colpevoli dell'omicidio, nonostante ciò lo porti a operare fuori dalla propria giurisdizione. In California inizia a collaborare con due colleghi locali, Billy Rosewood (interpretato da Judge Reinhold) e John Taggart (John Ashton), che gli vengono affiancati non tanto per aiutarlo nelle indagini, quanto piuttosto per contenerne i metodi poco ortodossi.

'Beverly Hills Cop' ebbe un grossissimo successo e propiziò la realizzazione di due sequel, nel 1987 e 1994, che contribuirono enormemente alla fama di Eddie Murphy. Alla fine il botteghino mondiale sentenziò che la trilogia aveva incassato 712 milioni di dollari a fronte di un budget complessivo intorno ai 110 milioni. Cifre che spinsero Paramount Pictures a tentare di realizzare una serie TV spin-off dedicata al figlio di Axel Foley (progetto che non andò in porto) e anche a girare il quarto film della saga.

Beverly Hills Cop 4

Il sequel ha però faticato a decollare e per un decennio abbondante sembrava non sarebbe mai diventato realtà. Poi la svolta: a fine 2019 Netflix è entrata in scena, puntando sull'ottima accoglienza di 'Dolemite Is My Name' e sulla proficua collaborazione con Eddie Murphy. Così il capitolo 4 è tornato in corsa.

A un certo punto sembrava che la regia sarebbe stata affidata al duo comopsto da Adil El Arbi e Bilall Fallah, autori di 'Bad Boys For Life', poi invece si è deciso di puntare su Mark Molloy, esordiente nel mondo del cinema di finzione, ma apprezzato regista di spot pubblicitari. Soprattutto quelli per conto di Apple e Nissan, che gli hanno procurato lodi e credibilità. In tutto questo, la trama di 'Beverly Hills Cop 4' continua a essere segreta e mancano pure indicazioni sull'uscita in streaming. Restiamo in attesa di novità.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?