Un’opera di Gian Lorenzo Bernini, che si credeva perduta, è stata ritrovata casualmente fra i fondi della Collezione statale di arte di Dresda (Skd). Si tratta di un cranio umano scolpito in marmo di Carrara, che Papa Alessandro VII aveva commissionato nel 1655 per il suo scrittoio. Il "ritrovamento sensazionale" annunciato ieri sarà protagonista della mostra “Bernini, il Papa e la morte” (dal 26 a palazzo Zwinger a Dresda).