Se dormi meno di 6 ore rischi la disidratazione - foto Manuel F O Istock
Se dormi meno di 6 ore rischi la disidratazione - foto Manuel F O Istock

Dormire poco può complicarci la vita. Abbiamo visto quanti problemi può comportare l'insonnia. Ora dobbiamo aggiungerne un altro: secondo uno studio condotto presso la Pennsylvanya State University chi dorme meno di 6 ore per notte rischia infatti di disidratarsi. Con conseguenze negative sul nostro umore e anche sulla salute.
La ricerca, pubblicata sulla rivista Sleep, spiega che per contrastare questo rischio è bene bere un bicchiere di acqua appena svegli la mattina: può fare la differenza.

SONNO E DISIDRATAZIONE
I ricercatori americani hanno analizzato i dati sulle abitudini del sonno di oltre 25.000 adulti in Cina e negli Stati Uniti. Inoltre hanno prelevato campioni di urina per cercare biomarker legati all'idratazione, in particolare ai livelli di acqua nelle urine.
Si è così scoperto che le persone che dormivano sei ore a notte avevano un'urina significativamente più concentrata e una probabilità superiore del 16-59% di essere disidratate, chi invece riusciva a dormire oltre le 6 ore non soffriva di questo problema.


LE CAUSE ORMONALI
La ragione è di tipo ormonale. Sembra che la vasopressina, l'ormone che viene rilasciato sia durante il giorno che durante la notte dal corpo per regolare i livelli dei liquidi, di notte entri in azione piuttosto tardi nel ciclo del sonno per trattenere i liquidi.
 Così, se dormiamo poco non riusciamo a beneficiare dell'effetto di questa regolazione (la vasopressina recupera l'acqua anche dalle nostre urine), finendo disidratati. "Se ti svegli presto", spiega Asher Rosinger della PSU, "potresti perdere quella finestra in cui viene rilasciata la quantità maggiore dell'ormone, causando un'interruzione nell'idratazione del corpo".

BERE UN BICCHIERE D'ACQUA LA MATTINA
Secondo il team, svegliarsi dopo una notte di poco sonno e non sentirsi al 100% potrebbe essere dovuto proprio a questo fenomeno di disidratazione e non solo alla mancanza di riposo.
Infatti la disidratazione causa sbalzi di umore, minori performance cognitive, prestazioni fisiche inferiori al solito e potenziali problemi renali.

In realtà la ricerca deve ancora proseguire per approfondire il legame fra sonno e idratazione: i biologi pensano che le due cose si influenzino a vicenda, tuttavia suggeriscono che bere un bicchiere d'acqua al mattino presto potrebbe fare una bella differenza per il nostro equilibrio idrico. E dunque per il nostro umore e in generale per la qualità e la durata della nostra vita.