Le differenze fra cosmetici biologici e vegani, per la scelta giusta
Le differenze fra cosmetici biologici e vegani, per la scelta giusta

Cosmetici biologici e vegani sono ormai ben più di una moda passeggera nel mondo beauty. Scopriamo quali sono le differenze tra queste due tipologie di prodotti di bellezza, gli ingredienti che possono contenere al loro interno, quelli che invece non possono essere adoperati nella loro preparazione e come riconoscerli sui banchi di farmacie e supermercati .


I COSMETICI BIOLOGICI
Alla voce cosmetici biologici, almeno per quel che riguarda il mercato italiano, sono annoverati tutti quei prodotti realizzati partendo da sostanze naturali e che non contengono sostanze dannose per l'organismo umano. I cosmetici biologici, inoltre, devono avere un basso impatto ambientale e contenere percentuali bassissime, o preferibilmente nulle, di paraffina, tensioattivi, siliconi, coloranti, parabeni e allergizzanti.

Le regole per definire biologici i cosmetici sono molto restrittive anche per quel che riguarda l'utilizzo di OGM e radiazioni ionizzanti. Tutti i prodotti bio devono essere necessariamente creati con materie prime derivanti da agricoltura biologica certificata e tracciabile.

In Italia i prodotti di questa tipologia devono ricevere la certificazione dei due istituti preposti a verificare il corretto uso delle sostanze che li formano. Si tratta di ICEA (Istituto per la Certificazione Etica e Ambientale) e CCPB (Consorzio per il Controllo dei Prodotti Biologici). Se sul cosmetico compare l'etichetta di questi due istituti, l'acquirente può essere certo è biologico al 100%.

I COSMETICI VEGANI
Per potersi definire vegani i cosmetici devono essere realizzati con sostanze naturali che non abbiano al loro interno nessun ingrediente di derivazione animale, inclusi quindi latte, miele e grassi. Proprio per questa loro caratteristica i cosmetici vegani sono realizzati con oli vegetali, come quelli di argan, di cocco, di sesamo, di mandorle, di macadamia e altri meno facili da reperire, come quelli di babassu o di cactus.

In Italia non esistono etichette ufficiali per identificare i cosmetici vegani, ma si sta diffondendo il marchio VeganOK per aiutare i consumatori nella scelta dei prodotti. Una buona opzione per smascherare i falsi è cercare tra gli ingredienti "mel" o "honey", che indicano la presenza di sostanze prodotte dalle api, glicerina, lanolina, placenta, midollo e acido stearico.


QUALE PRODOTTO SCEGLIERE
Dopo aver analizzato le differenze tra i cosmetici biologici e quelli vegan, la domanda che sorge spontanea è: quale scegliere? Non esiste una risposta univoca: come affermato dai dermatologi, i cosmetici vanno scelti in base alle specifiche esigenze e ai bisogni della propria pelle, che potrebbe cambiare di anno e anno e richiedere cure specifiche e diverse anche a seconda delle stagioni. Esistono vari tipologie di pelle e solo dopo un'attenta analisi nel tempo si può arrivare a scegliere il cosmetico più adatto.