Una scena del film Belfast (Foto: TKBC/Focus Features)
Una scena del film Belfast (Foto: TKBC/Focus Features)

Formatosi all'accademia d'arte drammatica di Londra, affermatosi sui palcoscenici inglesi e poi a Hollywood, il sessantenne Kenneth Branagh è nato a Belfast in un periodo storico particolarmente turbolento, da famiglia operaia e in un contesto che non lasciava intendere i successi futuri: il film 'Belfast' racconta proprio questa storia. È un film parzialmente autobiografico, che Branagh ha voluto scrivere e dirigere, lasciando che a interpretarlo fossero attrici e attori del calibro di Judi Dench, Ciaran Hinds e i più giovani Jamie Dornan e Caitriona Balfe. Il primo trailer ufficiale annuncia l'uscita nelle sale internazionali per il 12 novembre 2021. Un giorno prima, cioè l'11, dovrebbe arrivare anche in Italia, ma il condizionale è d'obbligo perché con la pandemia di Coronavirus è difficile avere certezze. In ogni caso, vale al pena di spendere due parole sul film.

Belfast, il nuovo film di Kenneth Branagh

La trama mette sotto i riflettori un bambino di Belfast e ne fa da cuore pulsante di "una storia commuovente di amore, risate e perdita dell'infanzia, tra la musica e i tumulti sociali della fine degli anni Sessanta" (così recita la sinossi ufficiale). Parliamo inevitabilmente di una vicenda di riscatto e successo, perché la carriera di Branagh è stata luminosissima, ma l'idea che sorregge il film è di rivolgere uno sguardo intimo alle cose che ci sono accadute quando eravamo piccoli e a come abbiano forgiato chi siamo diventati. Se il delicato equilibro fra autobiografia e universalità è stato raggiunto non possiamo saperlo ora: dobbiamo attendere il mese di novembre. Nel frattempo, il trailer ci consegna eleganti immagini in bianco e nero e un cast in splendida forma: ottime basi per un film riuscito.
 

Il trailer in lingua originale