Barbara D’Urso, qual è il primo ricordo della sua infanzia? "La calza della Befana. A Napoli, dove sono nata, non è riempita solo di dolciumi, ma porta anche regali veri e propri. Una specie di secondo Natale". Lei ha perso la mamma quando aveva soltanto 11 anni. Come la ricorda? "Aveva un sorriso bellissimo, dei denti bellissimi. Era molto rigorosa, seria, intransigente... tutte qualità che sono anche nel mio Dna". Con suo padre ha avuto un rapporto difficile... "Quando sono uscita di casa, a 18 anni, per quattro anni mi ha considerato morta. Non mi ha più voluto vedere né incontrare. Per me è stato molto doloroso". A 19 anni si è fidanzata con un personaggio famoso: Memo Remigi... "Aveva 40 anni. Io ero molto piccola, lui molto noto. È stato un secondo papà. Ma adesso... mamma mia, quanti anni avrà?". Tra i suoi flirt c’è stato anche Vasco Rossi... "Davvero? Non me lo ricordo..." (ride) Lei è...

Barbara D’Urso, qual è il primo ricordo della sua infanzia?

"La calza della Befana. A Napoli, dove sono nata, non è riempita solo di dolciumi, ma porta anche regali veri e propri. Una specie di secondo Natale".

Lei ha perso la mamma quando aveva soltanto 11 anni. Come la ricorda?

"Aveva un sorriso bellissimo, dei denti bellissimi. Era molto rigorosa, seria, intransigente... tutte qualità che sono anche nel mio Dna".

Con suo padre ha avuto un rapporto difficile...

"Quando sono uscita di casa, a 18 anni, per quattro anni mi ha considerato morta. Non mi ha più voluto vedere né incontrare. Per me è stato molto doloroso".

A 19 anni si è fidanzata con un personaggio famoso: Memo Remigi...

"Aveva 40 anni. Io ero molto piccola, lui molto noto. È stato un secondo papà. Ma adesso... mamma mia, quanti anni avrà?".

Tra i suoi flirt c’è stato anche Vasco Rossi...

"Davvero? Non me lo ricordo..." (ride)

Lei è impegnata in molte trasmissioni. La tv logora chi non la fa?

"C’è tanta gente incattivita che vorrebbe essere al posto di quelli che dice di voler massacrare".

Pippo Baudo racconta spesso che, nel suo periodo di disgrazia, quando decise di lasciare Mediaset, non si allontanava mai dal telefono aspettando una chiamata che lo riportasse al lavoro. A lei è mai capitato?

"Sono stata molto fortunata. Dai 19 anni, per qualche favorevole congiunzione astrale, ho sempre lavorato. Dopo il secondo figlio, però, ho deciso di fermarmi. Ricominciare è stato complicato. In quel periodo ho fatto la giornalista, lavoravo per King e Moda, diretti da Vittorio Corona. Facevo delle interviste molto divertenti".

Di tutte le interviste che ha condotto in tv, invece, quale le ha dato più soddisfazione?

"Quella con Marco Pannella. Ma le interviste con i politici mi piacciono tutte. Fu a me che per la prima volta Berlusconi dichiarò di voler scendere in campo. E fui sempre io a chiedergli se era fidanzato, e lui rispose annunciando il suo legame con Francesca Pascale".

Molti si chiedono perché di recente ha dato del “tu” a Giuseppe Conte e del “lei” a Berlusconi.

"Mah... non lo so... non mi sono resa conto... ho dato del “tu” presa dall’entusiasmo, io sono impulsiva...".

A proposito di fidanzati: attualmente ha qualche legame sentimentale?

"No. È una fase in evoluzione."

Mi fa l’identikit del suo uomo ideale?

"L’uomo ideale non esiste. Però mi piacerebbe un maschio molto veloce di testa, che non abbia paura di me, molto simpatico, che sappia intuire le mie fragilità, perché sono una femmina forte ma anche fragile".

Qualche caratteristica fisica?

"Be’, certo, deve essere anche un gran fico!".

Se le recito questi versi – "Non finire adesso proprio non finire rimani ancora un po’ a sognare" – cosa le viene in mente?

(si mette a cantare) "... Ti prego ancora no amore Sorridi ancora ...".

È “Dolceamaro”, la sua canzone del 1980. È rimasta un unicum. Le è mai venuto il desiderio di farne qualche altra?

"Il brano nacque perché allora stavo molto in tv, tra Domenica In e lo sceneggiato Casa Rossa con Alida Valli – e un discografico geniale ebbe l’idea. La casa discografica era piccolissima, eravamo solo io e un altro, che poi ha fatto parecchia strada: Vasco Rossi. Da poco è uscito il remix, che ha avuto un grandissimo successo. È diventata un’icona gay, a ogni gay pride viene suonata".

A proposito di gay pride, lei da molto tempo combatte a favore della comunità Lgbt contro i pregiudizi...

"Ho appena fatto un tweet contro il libro di etica del Monsignore Elio Sgreccia all’Università europea di Roma, Sono inc... nera. Per fortuna le cose negli anni sono cambiate, ma ci sono ancora moltissime dimostrazioni di omofobia. Ricevo tantissimi video e messaggi di ragazzi, soprattutto del Sud, che grazie a me e alle mie battaglie hanno avuto il coraggio di raccontare in famiglia la loro reale natura. “Lo dice anche Barbara D’Urso...”, hanno detto ai genitori. Sono orgogliosa di questo".

Il suo film preferito è “Rocky Horror Picture Show”. Si identifica con Janet, la sposina innocente che scopre le gioie del sesso nel castello del Dr. Frank-N-Furter?

"No... ma amo quel film meraviglioso e divertente. Ci sono altre pellicole che adoro, come La casa degli spiriti, soprattutto la scena in cui lui (Jeremy Irons, ndr) torna a casa dopo una cavalcata e maltratta lei, una magnifica Meryl Streep. Le dà uno schiaffo. Lei gli dice: “Non ti rivolgerò mai più la parola”. Ammiro la forza incredibile del personaggio che si ribella alla violenza sulle donne, un’altra battaglia che combatto da sempre."

Il sogno che ancora non ha realizzato?

"Trascorrere qualche minuto col Papa".