21 mar 2022

Balbo? Meglio i fenicotteri

giovanni
Magazine

Giovanni

Morandi

In tempi in cui non mancano gli eroi Orbetello ne ha tirato fuori uno dalla soffitta. La maggioranza del consiglio comunale ha infatti voluto intestare l’idroscalo – finora dedicato al non troppo noto aviatore Agostino Brunetta – al più celebrato collega nonché ministro invidiato dal Duce, nonché generale e governatore di Libia che da questi lidi decollò per epiche trasvolate atlantiche che lo portarono in America. Qualcuno si chiederà se non fosse stato preferibile rinviare una memoria che obiettivamente non cambia le sorti dell’umanità e che dopo essere condivisa dalla giunta dovrà essere approvata dal prefetto. Iniziativa che non presentava nemmeno quelle “urgenze” che altrove hanno indotto a chiedersi se non fosse il caso di abbattere oppure no monumenti dedicati a Dostoevskij per la sola ma imperdonabile colpa di essere nato a Mosca.

Il problema non è ricordare l’uno e censurare l’altro anche se la valutazione dei meriti e delle colpe è sempre un buon metodo da seguire. Fatto salva l’autonomia delle decisioni locali ha forse un significato il fatto che Ferrara, città natale di Balbo, non abbia ritenuto imprescindibile una menzione topografica dell’illustre concittadino, o che quello stesso nome sia stato rimosso da uno degli aerei della flotta di Stato. Comunque anche senza dediche di strade o piazze la memoria di Balbo è sopravvissuta benissimo alla storia e non sarebbe stata minacciata se ad esempio avessero immaginato di dedicare l’idroscalo anziché all’indomito aviatore a più miti cavalieri del cielo che qui vivono e qui si librano nell’aria per avventurarsi in epiche migrazioni sugli oceani senza chiedere di essere celebrati. Quando ad Orbetello penseranno a fare un monumento dedicato ai fenicotteri?

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?