26 mar 2022

Avati e Dante: "La mia Beatrice divora il cuore"

"Nel libro e nel film che uscirà a settembre, ho messo solo quello che Dante ha espressamente scritto. Ad esempio nella Vita Nova racconta del sogno incredibile in cui Beatrice nuda divora il suo cuore, sembra un film di David Lynch". A raccontarlo Pupi Avati (foto), ospite d’onore di Dante fuori campo: il sommo poeta tra politica, pedagogia e cinema, evento organizzato ieri a Roma dall’Università Lumsa in occasione del Dantedì. "Questa immagine di Beatrice – ha detto Avati – è di una potenza tale che anche quando l’abbiamo girata a Cinecittà tutta la troupe era attonita, e non succede quasi mai che quando giri un film la troupe sia emotivamente coinvolta in quello che fai. Nel film ho aggiunto un elemento che mi ha suggerito Beatrice stessa: lei non era una Barbie californiana bella bionda che andava in giro, ma era consapevole di essere per Dante quello che sarebbe stata".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?