11 mag 2022

Bono, l'autobiografia esce a novembre

Il frontman degli U2 ha scritto un libro in cui racconta la propria storia: si intitola 'Surrender' e uscirà a novembre

Bono si esibisce in una stazione della metropolitana di Kiev
Bono si esibisce in una stazione della metropolitana di Kiev

La storia degli U2 e di Paul David Hewson, in arte Bono, è stata raccontata molte volte, mai però dalla voce del diretto interessato: la mancanza verrà meno a partire dall'1 novembre 2022, giorno della pubblicazione da parte di Penguin Random House di 'Surrender', l'autobiografia scritta dal frontman della band irlandese. Il libro è composto da 40 capitoli, ognuno intitolato come una canzone del gruppo, ed è arricchito da altrettanti disegni originali di Bono.

Sono i medesimi sketch utilizzati per l'animazione del video con il quale i social network degli U2 hanno annunciato la prossima pubblicazione dell'autobiografia. Ad accompagnare le immagini c'è la voce di Bono, mentre legge un estratto dal capitolo 'Out of Control', dedicato al momento in cui compiva 18 anni e scriveva quella che sarebbe diventata la prima hit della band.
 

Bono ha dichiarato che 'Surrender' racconta "nel dettaglio ciò che in precedenza ho solamente accennato all'interno delle mie canzoni. La gente, i posti e le possibilità della mia vita". E ha descritto il proprio libro come "la storia della mancanza di progresso di un pellegrino... con una buona dose di divertimento lungo la strada". La editor di Bono, che si chiama Reagan Arthur, ha aggiunto che lei e i suoi colleghi sono stati "fortunati" ad avere a che fare con una rock star che "non ha solamente avuto una storia personale interessantissima", ma che si è rivelata anche "una penna raffinatissima. 'Surrender' è onesto, intimo, irriverente e profondo. È uno splendido memoir di una vita notevole".

Bono è nato a Dublino il 10 maggio 1960. All'età di 14 anni ha subito l'improvvisa morte della madre e nel 1976 ha formato gli U2 insieme ai compagni di scuola The Edge, Larry Mullen Jr. e Adam Clayton. Nel 1980 esce il loro primo disco, 'Boy', e da lì decolla una carriera che li porta a registrare altri 13 album in studio, vendere milioni di copie e vincere 22 Grammy. Nel frattempo la band, e Bono in particolare, si impegnano sul fronte dell'attivismo, ad esempio in favore della campagna per combattere l'AIDS e quella per sconfiggere la povertà in Africa. Pochi giorni fa lui e The Edge hanno suonato a sorpresa nella metropolitana di Kiev, in sostegno alla resistenza ucraina contro l'invasione russa (la foto che apre questo pezzo viene da lì).

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?