Foto: MGM/Camp Sugar/Cave 76/Pin High Productions
Foto: MGM/Camp Sugar/Cave 76/Pin High Productions
Anne Hathaway e Rebel Wilson sono le protagoniste del film 'Attenti a quelle due', commedia che esce nelle sale cinematografiche italiane giovedì 16 maggio e che racconta di due truffatrici provette, specializzate nel raggirare gli uomini. La critica statunitense non ne ha parlato bene, perché si tratta di un doppio remake senza guizzi particolari, ma il pubblico è stato meno severo.

ATTENTI A QUELLE DUE, IL FILM
'Attenti a quelle due' è infatti un remake al femminile del film 'Due figli di...' (1988, con Michael Caine e Steve Martin), che a sua volta era il rifacimento di una pellicola precedente: 'I due seduttori' (1964, con Marlon Brando e David Niven). La struttura base della trama, però, resta sostanzialmente inalterata, pur arricchendosi di spunti femministi.

La sceneggiatura di 'Attenti a quelle due' è stata scritta a otto mani: sei sono degli stessi autori di 'Due figli di...', cioè Stanley Shapiro, Paul Henning e Dale Launer. A loro si è aggiunta Jac Schaeffer, autrice in precedenza della commedia romantica 'TiMER' (2009).

La regia è invece stata affidata a Chris Addison, che ha un curriculum poliedrico (regista, attore, sceneggiatore, cabarettista, produttore esecutivo) e che dietro la cinepresa si è fatto le ossa soprattutto grazie alla sitcom 'Veep'.

LA TRAMA
La storia è quella di due abili seduttrici e truffatrici: una raffinata, l'altra esuberante, la prima intenta a spennare milionari, la seconda a suo agio con persone di più basso status sociale. Le due donne si incontrano, inizialmente tentano di mettersi i bastoni tra le ruote, poi però si alleano con lo scopo di raggirare uomini che hanno fatto torti alle donne.

IL TRAILER


COM'È 'ATTENTI A QUELLE DUE': LE RECENSIONI
Negli Stati Uniti 'Attenti a quelle due' è stato recensito piuttosto male, soprattutto perché il twist al femminile, e femminista, è sembrato un po' appiccicato e ha aggiunto poco o nulla alla trama dei due film precedenti.

È un'osservazione corretta, che però non tiene conto di un fatto: il pubblico al quale è rivolta questa commedia difficilmente ha visto 'Due figli di...' e quasi certamente non conosce 'I due seduttori', dunque il senso di déjà vu è scongiurato. Si spiega forse in questo modo la reazione degli spettatori statunitensi, che non è stata entusiasta ma nemmeno ha sparato ad alzo zero. Anche perché la chimica fra Anne Hathaway e Rebel Wilson funziona piuttosto bene.

Insomma, siamo di fronte a una commedia senza pretese, leggera, adatta a spegnere il cervello per un paio d'ore: chi entrerà in sala con lo spirito giusto non troverà un capolavoro del genere comedy, ma potrebbe uscirne soddisfatto.

Leggi anche:
- John Wick 3 - Parabellum, un film all'altezza delle aspettative
- Mò Vi Mento - Lira di Achille, un film politicamente scorretto
- Led Zeppelin, in lavorazione film celebrativo della band