13 mar 2022

ASTRA, NUOVO LOOK LA VERSIONE IBRIDA AGGIUNGE SPRINT

Con Astra, la classe media va in paradiso. La 5 porte di Opel, giunta alla sesta generazione, è stata progettata e viene prodotta a Russelsheim, in Germania. E’ il frutto del nuovo corso sotto Stellantis, per stile e tecnologia. Rispetto al modello uscente è invariata solo la lunghezza, di 4,37 metri, per il resto è inedita. Nelle forme con il Vizor, il nuovo frontale, e nelle dimensioni, più bassa di 1,5 centimetri e soprattutto più larga di 50 mm. Più aggressiva. In abitacolo spicca il Pure Panel, la plancia digitale che propone schermi da 10 pollici sia per strumentazione sia per infotainment: grafica immediata e comandi semplici. Le motorizzazioni tradizionali sono i tre cilindri 1.2 benzina da 110 e 130 cv e il 1.5 Diesel da 130 cv. Poi il 1.6 ibrido plug-in da 180 cv: la versione da 225 cv attesa nella seconda metà dell’anno. Nel 2023 arriverà Astra al 100% elettrica.

Il prezzo parte da 24.500 euro per la 1.2 Edition fino ai 42.300 della Elegance Hybrid. Sulle tortuose statali fra lungomare ed entroterra da Lisbona, Sintra e Cascais, la tedesca ha sfoderato un bel carattere. Precisa trazione anteriore, pronta di sterzo: sicura, sincera, silenziosa e divertente sul misto. Fluidi i benzina e il Diesel, soprattutto se abbinati al cambio automatico. Altra cosa la Hybrid. Elettrificata ricaricabile, con batteria da 12,4 kWh, presenta un peso superiore, di circa 300 kg. Ma spinge diversamente, non solo per scatto (0-100 in 7,6 secondi), soprattutto per prontezza. Con le batterie l’autonomia elettrica dichiarata è di 60 km. Astra VI sarà in concessionaria da giugno.

F.F.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?