Il Lyaness ha preso il posto del bar migliore del mondo nel 2018 - Foto: lyaness.com
Il Lyaness ha preso il posto del bar migliore del mondo nel 2018 - Foto: lyaness.com
Gli amanti dei cocktail hanno una nuova meta da inserire sulla loro mappa: il Lyaness, nel South Bank di Londra. Fresco di inaugurazione, è l'erede spirituale di quello che era stato – solo per pochi mesi – il bar migliore del mondo, il Dandelyan, punto di riferimento della mixology internazionale che ha chiuso i battenti qualche settimana fa.

DAL DANDELYAN AL LYANESS
Riassunto delle puntate precedenti. Il 3 ottobre del 2018 il Dandelyan, all'interno dell'hotel Mondrian London, vince il titolo di migliore bar del mondo ai World's 50 Best Bars Awards. Un risultato prestigioso, che però assume toni da canto del cigno visto che solo tre giorni prima il Dandelyan aveva annunciato la decisione di chiudere. Ancora qualche mese di attività, e poi addio.

Ma la storia non finisce qui. Ryan Chetiyawardana alias Mr Lyan, cervello del locale e barman fra i più influenti del pianeta, non aveva intenzione di fermarsi, ma di rilanciare e dare vita a una nuova avventura. All'inizio dello scorso marzo il Dandelyan termina la sua attività; qualche settimana di lavori frenetici, e alla fine del mese al suo posto apre il Lyaness. Nel frattempo anche l'hotel ha cambiato nome, diventando Sea Containes.

UNA NUOVA VITA
Rispetto a prima è rimasto lo spettacolare bancone di marmo, ma gli arredi sono tutti nuovi e così la palette dei colori, giocata su soffusi toni dell'azzurro e del grigio. Ma soprattutto è cambiato l'approccio ai cocktail, frutto di un'idea innovativa elaborata e sperimentata a lungo.

Il menu non prevede più la classica proposta articolata su mix tradizionali o personalizzati: il focus è interamente su sette ingredienti base, assemblati come alchimie dal team del Lyaness attraverso una combinazione di materie prime e vari processi di lavorazione. Hanno nomi evocativi: Infinite Banana, Purple Pineapple, Old Fashioned Whisky, ONYX, Ultra Raspberry, Aromatised Milk Wine e King Monkey Nut.

Ognuno di essi viene proposto in tre diverse miscele con le componenti alcoliche, per un totale di ventuno cocktail. Per fare sentire a loro agio gli ospiti che temono di sentirsi spaesati, i bartender li guideranno nella scelta del mix più consono ai loro gusti.


Leggi anche:
- Il bar che sembra un set di Game of Thrones
- La macchina per farsi i cocktail in casa con le capsule
- Londra, il bar dove i cocktail sono scelti dai follower