Un esordio da enfant prodige: a sei anni sulle passerelle, baby modello per Ferré, poi Armani, a 8 è già una piccola star del piccolo e grande schermo. Ora per Andrea Arru, 14 anni ad agosto, di Ploaghe (Sassari), arriva una nuova importante svolta per la sua carriera. Oggi parte di nuovo per Bari, accompagnato dall’inseparabile nonno Mario,, atteso sul set di Storia di una famiglia perbene firmato da Stefano Reali e prodotto dalla 11 Marzo Film per Canale 5. E ancora una volta con un ruolo di primo piano.

Smessi i panni del bambino, sarà Michele Straziota, figlio adolescente di una famiglia dedita a traffici illeciti. Michele si ribella, sogna una vita normale, fatta di affetti, amicizia, amore. "In tre mesi ho dovuto imparare a suonare in modo accettabile la chitarra - racconta Andrea - la musica mi è sempre piaciuto ascoltarla ma farla ... beh, è un’altra roba! Cantare poi mi ha sempre terrorizzato eppure mi sono dovuto cimentare anche col canto! Per il resto mi sono calato in questo ruolo piuttosto agevolmente, sentendolo molto ‘mio’ e mi sto impegnando per interpretarlo al meglio".

Attore con ruoli da protagonista in corti, fiction tv e film: l’ultimo in ordine di tempo Glassboy, diretto da Samuele Rossi, ha ottenuto la candidatura al David, ma prima c’è stata una parte nel corto Resurrection-The Last Chapter, ultimo capitolo della trilogia horror di Alfredo Moreno.