Stefano Accorsi mangia la pizza a piazza San Marco (Instagram)

Venezia, 12 settembre 2018 - Dopo la bufera social su Stefano Accorsi e la pizza mangiata sopra il cartone alle 2 di notte in piazza San  Marco a Venezia, l'attore non ci sta e replica alle polemiche. Così, a chi l'ha criticato risponde: "Non mi sembra mancanza di rispetto o di decoro. Anzi, mi sembra un bellissimo modo di godere delle bellezze d'Italia. Tanto più se poi si butta il cartone nell'apposito cestino". In un post su Istagram l'attore torna sulla provocazione della pizza da asporto nel salotto della città lagunare: "Leggo un po' dovunque che questa foto ha creato una polemica", scrive, citando le critiche dei Pubblici esercenti di Venezia ("Accorsi si è preso una pizza? Se la porti in camera, non ci si può comportare così, trattando la piazza come se fossero giardini pubblici"). Accorsi incalza:  "Ora capisco - scrive - che il turismo selvaggio di chi butta rifiuti per terra, fa il bagno nelle fontane e getta i mozziconi vada contrastato, ma se alle 2 passate di notte l'unico posto aperto è una pizzeria (che fa un'ottima pizza) e uno la mangia sui tavolini di un locale (pubblico) chiuso, in una delle piazze più belle del mondo, non mi sembra sia mancanza di rispetto o di decoro".

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Leggo un po’ dovunque che questa foto ha creato una polemica, l’Associazione Esercenti Pubblici Esercizi di Venezia ha detto tramite il suo direttore: “Se una persona di livello come Accorsi, che spesso è stato indicato come esempio di cliente ideale, si mangia una pizza al taglio seduto su un tavolo di piazza San Marco, allora forse è un turismo senza speranza. Accorsi si è preso una pizza? Se la porti in camera, non ci si può comportare così, trattando la piazza come se fossero giardini pubblici. Tanto più se era vestito in quel modo". Ora... capisco che il turismo selvaggio di chi butta rifiuti per terra, si fa il bagno nelle fontane e getta i mozziconi ovunque vada contrastato ma se alle 2 passate di notte l’unico posto aperto è una pizzeria (che fa un’ottima pizza) e uno se la mangia sui tavolini di un locale (pubblico) chiuso, in una delle piazze più belle del mondo, non mi sembra che sia mancanza di rispetto o di decoro. Anzi, mi sembra un bellissimo modo di godere della Bellezza d’Italia. Tanto più se poi si butta il cartone della pizza nell’apposito cestino... ma invece forse è solo perché l’ho mangiata in smoking e con le mani? Chiedo venia, però... mi sono attenuto al Galateo😃 #venezia #venice #aepe #piazzasanmarco #sanmarco #sanmarcovenezia #decoro #pizza #notte #night

Un post condiviso da Stefano Accorsi (@stefano.accorsi) in data:

Terminata la serata d'onore della Mostra del Cinema sul Lido, l'attore aveva condiviso la sua cena a notte fonda con sullo sfondo la basilica di San Marco, ancora in smoking. "Quello che ci spaventa - commenta Claudio Vernier, presidente dell'Associazione Piazza San Marco - è che da questo gesto parta il messaggio che a Venezia, dopo una certa ora, si può tranquillamente mangiare una pizza da asporto in Piazza San Marco. Vorremmo che si evitasse un effetto emulazione".