di Eva Desiderio

Prove tecniche della moda post Covid-19. Ed ecco per questo luglio diversi calendari che si susseguono tra Milano, Firenze e Parigi. Le sfilate sono quasi tutte on line con contorno di video, installazioni, racconti creativi. Si comincia domani con il Calendario dell’Haute Couture di Parigi, varato sul web dalla Fedèration de la Haute Couture e de la Mode: chiunque potrà collegarsi in rete e seguire i 33 appuntamenti previsti sulla piattaforma della fashion week di soli tre, intensissimi giorni.

Si parte con Schiaparelli, brand di proprietà di Diego Della Valle, disegnato dall’americano Daniel Roseberry che però non presenterà la collezione d’alta moda preferendo raccontare la sua visione stilistica on line. Sempre domani sarà la volta di Iris Van Herpen e di Maurizio Galante e il clou poi con Christian Dior e il pensiero elegante del direttore creativo Maria Grazia Chiuri che poi il 22 luglio sfilerà dal vivo la Cruise a Lecce, ma senza pubblico. Bella sarà la performance di Antonio Grimaldi che ha realizzato un video con la regia di Asia Argento che recita con la figlia primogenita Anna Lou Castoldi avuta dal cantante Morgan. Un corto intenso e sorprendente in cui Asia e Anna Lou indossano gli abiti d’alta moda strepitosi di Grimaldi. E ancora un italiano nel primo giorno di Haute Couture, Giambattista Valli, dal quale ci attendiamo sorprese vaporose e sognanti. Martedì è la volta di Chanel con la visione di Virginie Viard, l’erede del maestro Karl Lagerfeld. Poi Alexis Mabille, Stephan Rolland, Akris. Nell’ultimo giorno d’alta moda a Parigi, l’8 luglio, si comincia con Maison Margiela col tocco eccelso di John Galliano, poi Franck Sorbier, Elie Saab, Viktor& Rolf, Julie de Libran e a chiudere la kermesse Valentino, con Pierpaolo Piccioli che sarà a Roma a Cinecittà con un evento di alta moda e arte il 21 luglio.

Tutta digitale sempre a Parigi la fashion week al maschile, dal 9 al 13 luglio, che poi dal 14 passa il testimone alla Milano Digital Fashion Week fino al 17. L’appuntamento clou del primo giorno milanese è quello con la collezione di MSGM disegnata da Massimo Giorgetti, defilè on line preceduto dalla conferenza della Camera della Moda. Alle 14 performance di Prada e alle 15 precollezione donna di Alberta Ferretti. Poi il 15 luglio primo defilè dal vivo organizzato da Etro nel giardino del Four Seasons con tutte le misure di sicurezza necessarie per pubblico e modelle e modelli, per moda maschile disegnata da Kean Etro e pre collezione femminile disegnata da Veronica Etro: invitate 80 persone. Nella stessa giornata anche Les Hommes, Fabio Quaranta, M1992, Sunnei e nel tardo pomeriggio Dolce e Gabbana, anche loro con sfilata fisica, nel campus dell’Humanitas. E ancora il 16 Ermanno Scervino, uomo e precollezione donna, come pure Philosophy di Lorenzo Serafini, e poi Salvatore Ferragamo e Tod’s. Nell’ultimo giorno il 17 luglio attesa per le proposte di Ermenegildo Zegna col lavoro del direttore creativo Alessandro Sartori e l’appuntamento con un video di Gucci. Chiude la moda nuova di Missoni. Nel mezzo della quattro giorni milanese Pitti Immagine lancia la piattaforma on line Pitti Connect per un numero selezionato di espositori che sarà attiva per tutto settembre.