Venerdì 19 Luglio 2024

18 giugno - Giornata della Gastronomia Sostenibile: perché si festeggia, significato

Il cibo è uno dei piaceri della vita, ma è necessario produrlo e consumarlo con un occhio di riguardo verso l’ambiente: da qui nasce la necessità di celebrare, ogni anno, una Giornata internazionale della gastronomia sostenibile.

18 giugno - Giornata della Gastronomia Sostenibile (ONU) - Crediti: iStock

18 giugno - Giornata della Gastronomia Sostenibile (ONU) - Crediti: iStock

Ci sono pochi dubbi rispetto al fatto che l’Italia sia uno dei Paesi in cui la cultura culinaria è più radicata. Non sono molte le nazioni in giro per il mondo a vantare una tale varietà di ricette e preparazioni, e più in generale una cultura alimentare anche solo vagamente paragonabile alla nostra. Qualunque sia il nostro tipo di rapporto con il cibo, è fondamentale ricordare quanto esso dovrebbe essere rispettoso del pianeta Terra. Mangiare in modo green è possibile, e la giornata internazionale della gastronomia sostenibile, che celebriamo ogni 18 giugno, ce lo ricorda con scadenza annuale.  

L’impegno dell’ONU

Quando si usa il termine gastronomia si fa a tutti gli effetti riferimento all’arte del cibo. Non si tratta, in sostanza, di un semplice discorso sul nutrimento del corpo, quanto piuttosto di un modo di mangiare che esalti gli alimenti e l’esperienza stessa, portandoli ad un livello superiore. La gastronomia, termine utilizzato anche per riferirsi allo stile di cucina di una particolare regione, deve essere sostenibile, così come qualunque altra attività umana. L’obiettivo del genere umano, che ovviamente del cibo non può certo fare a meno, dovrebbe essere quello di nutrirsi in modo da non sprecare le nostre risorse naturali e, di conseguenza, da non minare al futuro delle nuove generazioni. Questo tipo di approccio si dovrebbe sviluppare lungo tutta la filiera alimentare, dall’agricoltura dei generi alimentari vegetali all’allevamento del bestiame, passando alla logistica e alla grande distribuzione e al consumo finale. La gastronomia sostenibile, quindi, corrisponde ad un tipo di cucina che tiene conto della provenienza degli ingredienti, di come il cibo è coltivato e di come arriva ai nostri mercati e infine ai nostri piatti. Le Nazioni Unite, perfettamente consapevoli dell’importanza di questo principio, sono da anni attive in questo senso e lavorano strenuamente per facilitare l'osservanza della Giornata della Gastronomia Sostenibile grazie alle loro agenzie, vale a dire l'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Educazione, la Scienza e la Cultura (UNESCO) e l'Organizzazione per l'Alimentazione e l'Agricoltura (FAO). L’ONU ha in quest’ottica lanciato. negli ultimi anni, almeno tre iniziative che vale la pena conoscere: - Il lancio della rete delle Città Creative dell'UNESCO, creata nel 2004 per condividere le migliori pratiche e sviluppare partenariati in 7 settori creativi. A partire dal 2024, 49 città sono state designate Città Creative della Gastronomia; - La promozione dell'energia pulita per i ristoranti locali; - La sensibilizzazione del pubblico sulla gastronomia sostenibile attraverso canali televisivi dedicati al cibo e programmi di gastronomia e attraverso mostre culturali sul cibo, destinate all'industria alimentare e agli agricoltori. La FAO, nello specifico, si prodiga da tempo nella promozione di regimi alimentari che non solo sono sani ma anche sostenibili, e suggerisce che i Paesi che hanno già linee guida in ambito alimentare dovrebbero integrare al loro interno molti più principi di natura ambientalista.

L’evento 2024

Saranno numerose, anche quest’anno, le iniziative organizzate dalle istituzioni internazionali per sensibilizzare il pubblico sul ruolo dell’alimentazione sostenibile. Vale la pena citare ad esempio il lancio della Settimana del Ristorante della Gastronomia Sostenibile, quest'anno incentrata sul tema 'Più Gusto Meno Spreco'. Partendo da Roma e altre poche città come progetto pilota, il WFF e la FAO stanno collaborando con ristoranti locali, panetterie e altri punti vendita gestiti da giovani chef, per creare menu speciali e piatti dedicati alla gastronomia sostenibile e al tema di quest'anno.