La firefall, la cascata di fuoco dello Yosemite
La firefall, la cascata di fuoco dello Yosemite
Ogni anno al Parco nazionale di Yosemite si verifica uno straordinario fenomeno naturale: la firefall, la cascata di fuoco. Quando (e se) si incastrano alcune particolari condizioni, e solo per pochi giorni a febbraio, la cascata Horsetail che cade dal fianco del monte El Capitan viene colpita dalla luce del tramonto e si tinge di rosso e arancione, come una colata di lava. Per ammirare lo spettacolo centinaia di persone si assiepano nei punti panoramici con le dita incrociate, sperando che tutto fili per il verso giusto.

Perché si chiama firefall?

Prima poco nota, è diventata popolare nel 1973 quando il fotografo del National Geographic Galen Rowell scattò una foto impressionante che colpì la fantasia del grande pubblico. Il nome con cui è nota richiama quello di una vecchia tradizione del parco, la firefall appunto, ormai abbandonata: dal 1872 al 1968 venivano lanciate braci ardenti dal punto panoramico Glacier Point, creando una cascata di fuoco per il sollazzo dei turisti a valle.

Le condizioni necessarie per la cascata di fuoco

Innanzi tutto ci deve essere la cascata: la Horsetail è stagionale, generata dallo scioglimento della neve, e cade solo per poche settimane fra la fine dell'inverno e l'inizio della primavera. Se non c'è abbastanza neve, niente cascata e appuntamento all'anno prossimo. Poi, l'illuminazione deve essere perfetta e il cielo sgombro: basta una singola nuvola di passaggio, un minimo di foschia, per attenuare il fenomeno o impedirlo del tutto.

Quando vederla quest'anno

La firefall si può ammirare di solito da San Valentino alla fine di febbraio. La colata di acqua e fuoco dura circa quindici minuti, a partire dalle cinque e mezza del pomeriggio. Secondo le previsioni per quest'anno, il periodo con la più alta probabilità di riuscire a vederla va dal 19 al 24 febbraio, e il giorno migliore in assoluto dovrebbe essere il 22.


Leggi anche:
- Fioritura dei ciliegi in Giappone 2020, quest'anno arriva prima
- Sydney è la città più 'instagrammabile' del mondo
- App di viaggi pianta un albero quando acquisti un volo