Alta Valdicecina, nei paesaggi di Dante tra parchi e cammini storici

Natura aspra e selvaggia che ispirò il Sommo Poeta per descrive i gironi dell’Inferno

La Toscana culla un ventre carico di storie, suggestioni, paesaggi che mozzano il fiato, immersi in una natura aspra e selvaggia, la Valle del Diavolo, che ispirò (pare) nientemeno che Dante Alighieri per descrive i gironi dell’Inferno.

Qui in Alta Valdicecina fra i Comuni di Pomarance, Castelnuovo Valdicecina e Monteverdi Marittimo, un lembo della provincia di Pisa che declina verso il Grossetano, si spalanca agli occhi una terra dove da millenni corre nel sottosuolo la locomotiva del vapore, la geotermia, in un intreccio di storia fra uomo e natura che affonda le radici all’epoca etrusca. ‘Valdicecina Outdoor’ è il percorso che offre una gamma di occasioni di visite a cavallo, in bici e a piedi per chi ama le vacanze all’aria aperta, fra riserve naturali, parchi, Cammini storici come Le Vie Salaiole, il Cammino dalla Francigena al mare e il Cammino Etrusco. A cavallo è possibile ammirare i ponti medievali di Castelnuovo Valdicecina: con sentieri e stradine comode si giunge nel fondovalle del torrente Pavone, dove il paesaggio è dolce, verde e luminoso, aperto verso la mirabile vista di Castelnuovo in alto.

Scendendo a valle, si intravede un altro ponte, questa volta più basso e largo, che attraversa tutta la golena con molti archi minori, per sorreggere un trasporto acquedottistico, a testimonianza dei preziosi usi dell’acqua e dell’ardita ingegneria idraulica antica. In sella a un cavallo, il viaggio rivela  la riserva Naturale di Berignone e Tatti, quest’ultimo conosciuto a livello europeo per il suo raro bosco di rovere, l’Anello di Poggio Vecchio, un anello che cinge le tipologie forestali presenti a Monterufoli ed i paesaggi, castelli e fiumi fino a Pomarance, con l’imponente fortino della Rocca Sillana, antica fortezza di età medicea che sovrasta l’intera Valle fino alla bellezza paradisiaca del Masso delle Fanciulle e del Masso degli Specchi con le loro acque cristalline e una natura inviolata.

Ma la Valdicecina Outdoor (gli itinerari possono essere scaricati da un’omonima App) è un viaggio avventuroso nel cuore di una terra vecchia ere dove torri e chiese pennellano l’orizzonte, sormontando le colline: sentieri e densi boschi e macchie verdi che cingono borghi antichi come Micciano, tesori come l’Abbazia di Monteverdi, l’Abbazia e i Bagni di San Michele alle Formiche, le terre fumanti dove sgorga la geotermia, come una piccola Islanda, nel minuscolo paese di Sasso Pisano.