Con il sostegno di:

Valle d’Aosta, il bianco le dona: una regione dedicata allo sci e agli sport invernali

Da Courmayeur a Cervinia passando da Champoluc e Gressoney: sono infinite le destinazioni per chi ama praticare lo sci in questa regione. Si può fare sport a ogni ora del giorno a contatto con la natura

Valle d’Aosta d’inverno è sinonimo di sport bianchi, ma non solo. Come a Courmayeur, scelta da molti vip per unire sport e mondanità. Infatti gli impianti sono aperti con oltre 100 chilometri, 43 di piste e 60 di fuoripista. Si scia sul versante dello Checrouit o tra i boschi della Val Veny. Le piste più famose sono la Checrouit, la Youla e la Gigante. Vicini sono il comprensorio di La Thuile e le stazioni sciistiche di Chamonix, Les Houches, Megève e Verbier: si scia tra Italia, Francia e Svizzera con lo skipass Mont Blanc Unlimited.

E poi c’è l’heliski, per arrivare nella zona del Mont Fortin, in Val Veny, inaccessibile in funivia. Courmayeur è un paradiso per il fuoripista, due le principali aree: il comprensorio della Courmayeur Mont Blanc Funivie e la zona del Monte Bianco. Con lo sci alpinismo si può fare la traversata della Vallée Blanche da Punta Helbronner, stazione di arrivo di Skyway Monte Bianco, fino a Chamonix, o con le ciaspole, con un giro ad anello che tocca il Col du Toula e il Col de Rochefort. E per chi vuole godersi i locali in vetta, la Funivia Courmayeur rimane aperta tutte le sere fino a mezzanotte. Salire su una cabina di Skyway Monte Bianco è un’emozione. Si parte dai 1.300 metri di Courmayeur e si arriva ai 3.466 metri di Punta Helbronner, dove dalla terrazza si ammirano i 4.000 delle Alpi: Monte Bianco, Monte Rosa, Cervino, Gran Paradiso e Grand Combin.

A Breuil-Cervinia ( ai piedi del Cervino, 4.478 metri) dal 25 novembre agli impianti di Plan Maison, Cime Bianche Laghi e Plateau Rosa si è aggiunta la riapertura delle seggiovie Plan Maison, Fornet, Bontadini con le piste 6, 6.0, 6.00, il tapis roulant di Plan Maison, la seggiovia Goillet con le piste 35, 37, 38, la pista del Ventina (n. 7) fino a Cime Bianche Laghi e la seggiovia Gran Sometta con la pista 12. E’ prevista nelle prossime settimane l’apertura di tutto il Cervino Ski Paradise che, oltre a Breuil-Cervinia, comprende i comprensori sciistici di Valtournenche, Torgnon e Chamois. Tre le novità: dal 25 novembre è aperta la seggiovia a 6 posti Gran Sometta in sostituzione della sciovia, che collega le piste di Valtournenche e l’area sciistica di Breuil-Cervinia/Zermatt, poi l’inaugurazione della pista n. 34 che collega la località di Cielo Alto alla partenza degli impianti per Plan Maison, e un tapis roulant coperto per bambini al Campetto di Cretaz. Il Cervino Ski Paradise, il comprensorio con Valtournenche, è collegato con Zermatt in Svizzera, e forma una delle più grandi stazioni sciistiche internazionali del mondo, con 350 chilometri di piste, 150 sul versante italiano.

Al via il 2 dicembre la stagione invernale del Monte Rosa Ski, con 51 piste e 28 impianti di risalita, tra Valle d’Aosta e Piemonte, nelle valli di Champoluc-Frachey, Gressoney-La-Trinité e Alagna. Differenziate le aperture per i comprensori di Antagnod, Brusson, Champorcher, Gressoney-Saint-Jean e Alpe di Mera. I prezzi degli skipass quest’anno non aumenteranno, e c’è una novità: il ritorno dello skipass mattutino per sciare fino alle 13, il costo è quello del giornaliero scontato del 15%. Piste aperte a La Thuile fino al 16 aprile per la località che vanta 152 chilometri di piste, famosa la ‘3 – Franco Berthod’, tra le più difficili in Italia e la più ripida (76% di pendenza). Si scia senza frontiere, nel comprensorio internazionale Espace San Bernardo che collega La Thuile con La Rosière in Savoia (Francia). Al cospetto del Monte Bianco. Scusate se è poco.