Breg Adventure Park in Val Breguzzo. Ponti tibetani e salti nel vuoto
Breg Adventure Park in Val Breguzzo. Ponti tibetani e salti nel vuoto

Il Trentino è da tutti considerata una meta “family friendly” perchè si fa vanto di dare da sempre una particolare attenzione alle famiglie: parchi gioco e parchi avventura, passeggiate facili, attività nella natura ma anche tante strutture ricettive che mettono a disposizione servizi e soluzioni per rendere la vacanza con i bambini più semplice e piacevole. 
Il club My Family Hotel è nato proprio per consorziare gli alberghi dall’alta montagna al lago di Garda che sono in grado di modellare la propria offerta in funzione delle reali necessità dei grandi e dei desideri degli ospiti più piccoli. Detto questo però, per trascorrere qualche giorno al ritmo della natura e per apprezzare la tradizionale accoglienza della gente di montagna, non c’è niente di meglio che scegliere un agriturismo trentino tra quelli aderenti al progetto “Fattoria didattica”: il soggiorno permetterà di sperimentare la vita rurale con tutta la famiglia.
Parlando invece di attività per i bambini, va ovviamente ricordato che nei mesi estivi valli e località propongono vere e proprie “settimane della famiglia”, con programmi ricchi di esperienze coinvolgenti che figli e genitori possono vivere insieme come i laboratori per imparare a produrre lo yogurt o la ricotta o per lavorare il feltro. La scelta è amplissima: tra i tanti, l’Agritur Solasna, a San Giacomo in Val di Sole, è noto per l’ospitalità genuina, l’ottima ristorazione e la vendita del formaggio Casolet fatto con il proprio latte crudo mentre, vicino al capoluogo Trento, l’Agritur La Val accoglie gli ospiti in una struttura dall’atmosfera semplice e genuina dove vengono raccolte frutta e verdura fresche da mangiare direttamente in tavola. In un’oasi di pace e tranquillità, a Nosellari di Lavarone, i bambini che risiedono al Ranch Tatiana potranno riscoprire il naturale rapporto tra uomo e animale insieme al personale specializzato: conoscere l’asino, prendersene cura e accarezzarlo sono azioni che aiutano ad infondere serenità anche agli adulti. 
Per finire, nella serenità di Deggia vicino al borgo di San Lorenzo in Banale, alla fattoria didattica Athabaska si potrà giocare con le galline e fare amicizia con maiali e mucche scozzesi. Si potrà perfino organizzare un’escursione nei dintorni a dorso di lama e alpaca. 


 

BREG ADVENTURE PARK IN VAL BREGUZZO

Ponti tibetani e salti nel vuoto
Situato nel cuore della Val Breguzzo, nelle Giudicarie, il Breg Adventure Park è il parco avventura più grande del Trentino, luogo ideale per provare le forti emozioni che solo i percorsi sospesi tra tronchi e teleferiche, ponti tibetani e passerelle possono regalare. Sono tante le possibilità offerte, distribuite su dieci percorsi suddivisi per livello di difficoltà. Da non perdere la torre New Super Jump, un salto di 20 metri nel vuoto per provare la sensazione del volo.

 

RIO SASS

Attraverso il canyon scavato nei millenni
Non serve andare in Arizona per entrare in un canyon. Quelli italiani sono di certo più piccoli ma ugualmente eccitanti. Non ci credete? Provare ad andare in Val di Non e passeggiate lungo la forra scavata per millenni nella roccia dal Rio Sass. Affrontare insieme alla famiglia questo avventuroso percorso, sospeso tra passerelle a sbalzo sull’acqua e scalinate nel vuoto, risulterà molto emozionante per i bambini che verranno muniti di caschetto e mantellina impermeabile. E avranno anche la possibilità di vedere una natura singolare fatta di alghe rosse e verdi, muschi e felci (www.canyonriosass.it).

 

VAL DI FASSA

Meraviglie tra riti e stelle
Una passeggiata facile ma veramente particolare è l’insolito itinerario chiamato Jouf de Sent’Ujana (“il Giogo di Santa Giuliana”, in ladino), noto anche come il Sentiero delle Meraviglie, in Val di Fassa. Si tratta di un sentiero tranquillo lungo oltre un paio di chilometri che parte dalla Chiesa di Santa Giuliana che è un luogo dove si tenevano pratiche magiche, riti religiosi e osservazioni astronomiche, come dimostrato dai ritrovamenti archeologici. Sul sentiero si trovano cartelli che danno indicazioni sulla presenza di elementi che favoriscono il contatto con la natura e termina nella frazione di Vallonga.

 

AVVENTURE

La magia del bosco e i segreti dei Cimbri
Dal panoramico Monte di Mezzocorona raggiungibile in funivia, parte una passeggiata ideale per i bambini più piccoli punteggiata dalle opere de “La Magia del bosco”. Lungo il sentiero si arriva agevolmente al Rifugio Malga Kraun, in mezzo al bosco, a 1.200 metri di quota dove pranzare e giocare con gli animali della malga. Nei pressi di questo rifugio si può ammirare un albero molto particolare: si tratta di un eccezionale “abete a candelabro”, un esemplare maestoso inserito nell’elenco dei monumenti naturali del Trentino. Più a sud, vicino a Luserna (la località famosa per aver conservato ancora l’uso dell’antica lingua cimbra), si trova il Rifugio Malga Campo dove parte il Sentiero Cimbro dell’Immaginario lungo 7 km, ispirato alle leggende e ai personaggi della tradizione popolare locale raffigurati in alcune sculture in legno lungo il percorso. Dal rifugio si raggiunge facilmente anche Forte Campo Luserna, una delle sette fortezze austroungariche della Grande Guerra presenti ancora sul territorio.