Val di Fassa, Sellaronda per l’estate
Val di Fassa, Sellaronda per l’estate

Il Trentino svela tutta la sua bellezza anche in sella ad una mountain bike. L’appassionato può scegliere tra migliaia di chilometri mappati e segnalati, adatti a bikers di qualsiasi livello. Ci sono percorsi ideali per tutta la famiglia ma anche trail emozionanti e ben otto bike park di alto livello tecnico sparsi su tutto il territorio. Sui pendii che incorniciano le valli si sviluppano spettacolari circuiti da percorrere magari su una e-bike a pedalata assistita, come ad esempio avviene nel Dolomiti Brenta Bike che, nella versione “expert”, conta 171 chilometri di tracciati e un dislivello di ben 7700 metri da distribuire su più tappe.
La bellezza, la manutenzione e la varietà dei percorsi sono un elemento importante per chi sceglie una vacanza dedicata a soddisfare la passione per le “ruote grasse”. Non a caso, la rete degli itinerari per le mountain bike sul territorio oggi somma centinaia di percorsi, tabellati e numerati, per uno sviluppo complessivo superiore agli 8mila chilometri.
Altrettanta importanza riveste però anche la completezza dell’offerta di servizi che vengono messi a disposizione degli appassionati: dai noleggi ai punti di assistenza, dalle possibilità di ricarica per e-bike ai percorsi downhill serviti da impianti di risalita, dalle strutture ricettive dedicate alla presenza di guide e di shuttle bus, senza dimenticare l’aspetto enogastronomico che completa la “bike experience”. Da questo punto di vista il Trentino offre cinque destinazioni top che possono soddisfare ampiamente i biker più esigenti e che ogni anno offrono qualche novità. Sull’Alpe Cimbra  quest’anno tre nuovi percorsi si aggiungono alla rete presente: uno di questi è una nuova suggestiva via di collegamento lungo il Rio Cavallo che scende fino alla Valle dell’Adige. E se i nuovi Val di Sole Bike Hotel e Chalet offrono tutti i servizi indispensabili (deposito bici custodito, officina, bike wash, lavanderia, ristorazione specifica e altro), il DoGa Alpine Cycling Route è il nuovo itinerario che da Malé, proprio in Val di Sole, raggiunge il Lago di Garda dopo 110 km su strade secondarie e forestali, attraverso quattro valli alpine. Una vera avventura ciclistica. La Val di Fassa infine lancia il nuovo club di prodotto, “Val di Fassa BikeFriendly”, che vede coinvolti una trentina di hotel, campeggi ed appartamenti pronti a coccolare i biker, grazie a diversi servizi loro dedicati.

 

LAGO DI GARDA

Un anello mediterraneo
L’Anello Garda Sarca è un itinerario circolare di 61 chilometri lungo il quale si pedala immersi in un’atmosfera mediterranea, adatto a tutti perché senza eccessivi dislivelli. Attraversa l’intero territorio del Garda trentino e della Valle del Sarca tra Riva, Arco, Torbole, Tenno e Dro, con una successione di ambienti naturali spettacolari dalle coltivazioni di olivi alle pinete, dalle falesie a picco sul lago alle immense pareti del Monte Brento. È ideale anche per la e-mtb.

 

VAL DI FASSA

Sellaronda per l’estate
Una mountain bike, un discreto allenamento fisico e tanta grinta: queste sono le tre condizioni fondamentali per percorrere il Sellaronda Mountainbike, il miglior tour off-road delle Dolomiti. Dura una giornata e può essere percorso, con o senza guida, solo se muniti del Bikepass Sellaronda, per accedere agli impianti di risalita con i quali si “scalano” i passi Gardena, Campolongo, Pordoi e Sella. Le discese, piuttosto tecniche, avvengono per lo più su single trail.

 

VAL DI SOLE

Grande Guerra, i luoghi
Il Tour della Grande Guerra è un giro molto impegnativo di circa 60 chilometri che raggiunge quota 2.613 metri e per questo è consigliato solo ai biker più esperti. Il percorso che passa anche all’interno del Parco Nazionale dello Stelvio, consente di godere dei più spettacolari paesaggi, dalle eccezionali vedute sui ghiacciai ai boschi fitti fino alle praterie con i ruderi della Prima Guerra Mondiale.

 

ANDALO E DINTORNI

Paganella per esperti
ll Bear Trails è un itinerario composto da cinque tracciati diversi: 59 chilometri, con oltre 4mila metri di dislivello da risalire anche utilizzando agli impianti di risalita, toccando tutti i paesi della Paganella - Molveno, Andalo, Fai, Cavedago e Spormaggiore - e spingendosi fino in vetta a quota 2125. L’itinerario, adatto agli esperti, affronta discese come quella da Cima Paganella a Santel con più di mille metri di dislivello su 10 chilometri.

 

ALPE CIMBRA

Epico tour di saliscendi
Questo è un tour epico lungo un percorso assai impegnativo tra grandi salite e discese con pendenze considerevoli, passando tra i luoghi più significativi della Prima Guerra Mondiale e tra panorami che cambiano in continuazione tra rocce, boschi e malghe. Tre sono i circuiti ad anello percorribili singolarmente o in un’unica soluzione: 52,5 chilometri a Folgaria, 23,95 a Lavarone e 26,48 a Luserna.