Lago di Levico
Lago di Levico

In estate, quando fa caldo, l’acqua è l’elemento ideale per rinfrescarsi e i laghi trentini, immersi tra boschi verdissimi in un ambiente naturale intatto, offrono mille occasioni per fare il bagno, fare sport e rilassarsi. I circa 300 laghi del Trentino ne fanno un elemento quasi identitario. L’ottima salute di cui godono le loro acque è stata più volte riconosciuta dalla Foundation for Environmental Education che anche nel 2020 ha assegnato la “Bandiera Blu” a 15 spiagge sui laghi di Caldonazzo, Levico, Lavarone, Piazze, Baselga di Pinè, Roncone e Idro. A questo poi si associa ovviamente anche una proposta turistica di grande varietà che si distingue per la cura dell’ambiente ed il livello dei servizi, soprattutto (ma non solo) nel Garda Trentino.
Con questa definizione si intende ovviamente la fascia costiera del lago che attiene ai Comuni di Riva, Arco e Torbole, 6 o 7 km di autentico paradiso dove la montagna entra a picco nell’acqua regalando mille occasioni diverse di divertimento a chi viene qui in vacanza. E a chi viene qui con l’intenzione di praticare sport, in mezzo a panorami meravigliosi e con temperature perfette. Già perchè qui è sempre piacevolmente e costantemente ventilato: se il tempo è buono, il Pelér soffia da Nord a partire dalle 2-3 di notte fino alle 11-12. Il nome deriva dal gergo popolare e significa che il vento “el pela” l’onda. Quando è teso soffia anche oltre i 13 metri al secondo. Al pomeriggio invece arriva l’Ora da Sud, soffiando dalle 12-13 fino al tramonto. Tutto dipende della differenza di temperatura che c’è tra la superficie del lago e il territorio alpino che sta a monte. Questa periodicità, così precisa che ci potreste regolare gli orologi, diventa una manna per tutti quelli che praticano gli sport d’acqua come il windsurf o la vela e per chi si vuole godere un po’ di fresco lontano dalle città. va da sè poi che il Garda Trentino sia anche il luogo ideale per una vacanza di tipo balneare dal sapore mediterraneo. Qui infatti le montagne non escludono bagni, tuffi e ombrelloni: le sue spiagge sono attrezzate con docce, noleggio di sdraio e lettini mentre a Riva del Garda ci sono anche piattaforme galleggianti con scivoli e piscine interne. Non manca nemmeno l’offerta delle Bau Beach, cioè spiagge dedicate ai cani che si trovano nel territorio di Arco sul Fiume Sarca, a Torbole e sul Lago di Tenno.

 

TENNO

Un gioiello turchese
Un piccolissimo gioiello turchese incastonato nel verde dei boschi: il lago di Tenno è l’occasione per esplorare i dintorni poco sopra Riva del Garda, tra storia e gastronomia. Meta ideale per un picnic, il lago custodisce anche un particolare biotopo su una piccola isola che d’estate può diventare raggiungibile a piedi dalla riva. Nei periodi di siccità può perfino avvenire la comparsa di un secondo isolotto.

 

LEVICO E CALDONAZZO

Bandiera Blu ai gemelli
All’inizio della Valsugana, poco lontano da Trento, i due laghi sono stati premiati con la Bandiera Blu per la pulizia delle acque e la qualità dei servizi. Il lago di Caldonazzo è il più grande, ha numerose spiaggette dove fare il bagno e altrettanti localini di ristoro. Ed è l’unico in provincia dove è consentito lo sci nautico. Le sponde boscose del lago di Levico, ben ombreggiate, sono l’ideale per il relax al fresco dopo aver pagaiato su un SUP.

 

LAVARONE

Sul lettino di Freud
Non molti sanno che nei primi anni del ‘900 Sigmund Freud soggiornava per lunghi periodi di riposo e di studio a Lavarone, non lontano da Folgaria, dove si rilassava sulle rive di questo piccolo specchio d’acqua. Il lago è balneabile (anche per il 2020 è stato premiato con la Bandiera Blu) e dispone di due spiagge attrezzate dove nuotare e noleggiare pedalò e barche a remi. I sentieri per la MTB e le escursioni sono a un passo.

 

LEDRO

Il paradiso dell’outdoor
Il Lago di Ledro, a pochi chilometri di distanza dal Garda ma più in quota e vicino alle montagne, è il paradiso per gli amanti dell’outdoor: chi corre e chi pedala troveranno una serie di percorsi sterrati panoramici e proprio intorno al lago c’è un sentiero pianeggiante lunmgo le sue sponde di circa 10 km per chi ha voglia di stare all’aria aperta e fare movimento in modo più rilassato. Chi invece pratica gli sport d’acqua potrà scegliere tra la vela e il windsurf, il SUP e la canoa. La spiaggia di Pur a sud del lago, una delle quattro pubbliche, è anche pet friendly.

 

SOTTO LA PAGANELLA

Il più bello d’Italia
Legambiente e il Touring Club hanno premiato il Lago di Molveno come il più bello d’Italia, in virtù della suggestione del panorama in cui è incorniciato, con le guglie e i boschi delle Dolomiti di Brenta che si specchiano nelle sue acque. Il lago è anche considerato un esempio di gestione virtuosa del territorio, con livelli altissimi di qualità dell’acqua e dei servizi e ben 12 ettari di spiaggia con prati all’inglese.