Simone Gheri, la formula dell’Anci per risalire la china
Simone Gheri, la formula dell’Anci per risalire la china

“Vogliamo far conoscere la Toscana dei borghi… ai toscani”. Sembrano un paradosso, le parole di Simone Gheri, che è stato sindaco a Scandicci ed è direttore dell’Anci, Associazione dei Comuni della Toscana. Eppure. La fine dell’emergenza-Covid impone anche strategie particolari, diverse. “Sarebbe un successo – spiega Gheri – se i toscani rimanessero in Toscana. 
Per questo lavoriamo sul turismo interno, di concerto con l’Accademia dei Georgofili e l’Unicoop, alla valorizzazione in particolare dei prodotti tipici”. Il binomio su cui punta l’Anci è insomma “enogastronomia e natura”, che naturalmente dovrà fare a meno delle sagre, ma potrà essere esplicitato in altri modi. 
“L’obiettivo – continua Gheri – sono le aree interne, la montagna e la mezza montagna, con soggiorni lunghi per chi è costretto a fermarsi di più causa smart working. 
E puntiamo anche sui cammini, in particolare sui sentieri lungo la Linea Gotica”.