Si torna a viaggiare negli Usa: ecco cosa c’è da sapere

Finalmente oggi, dopo 18 mesi di stop, l'amministrazione Biden apre i confini USA ai turisti. Tra restrizioni e requisiti, ecco come tornare a viaggiare negli Stati Uniti d’America.

Il giorno tanto atteso – e annunciato a fine settembre – è arrivato. Da oggi, 8 novembre, tutti i viaggiatori vaccinati provenienti dall’area Schengen, Regno Unito, Irlanda, Cina, India e Brasile potranno entrare nuovamente negli USA.

La notizia è stata accolta positivamente dall’industria del turismo statunitense che, come scrive il New York Times riportando i dati della US Travel Association, nel 2020 ha subito una perdita di circa 500 miliardi di dollari, inclusa una riduzione del 79 per cento delle spese per i viaggi internazionali.

Bye bye, dunque, al travel ban: il divieto, rimasto in vigore per 18 mesi, decade da oggi, ma non senza restrizioni e requisiti. Ecco cosa c’è da sapere per tornare a viaggiare negli Stati Uniti d’America.

 

Come entrare negli Stati Uniti

L’entrata sarà consentita ai soli turisti fully vaccinated, cioè con vaccinazione completa (due dosi).I vaccini accettati sono esclusivamente quelli approvati dalla FDA (Food and Drugs Administration), ovvero Moderna, Pfizer e Johnson and Johnson. A questi si aggiunge AstraZeneca, uno dei vaccini inseriti nella Emergency Use Listing (EUL) dell’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Per essere considerati completamente vaccinati è necessario che siano trascorse due settimane (14 giorni) dopo la dose di un vaccino COVID-19 monodose tra quelli accettati (J&J); due settimane (14 giorni) dopo la seconda dose di un vaccino COVID-19 che prevede due inoculazioni (Moderna, Pfizer e AstraZeneca); due settimane (14 giorni) dopo aver ricevuto due dosi di qualsiasi combinazione mix-and-match di vaccini COVID-19 accettati somministrati ad almeno 17 giorni di distanza.

A chiunque non soddisfi questi requisiti, non sarà permesso l’ingresso negli Stati Uniti, ad esclusione dei minori di 18 anni o dei soggetti che per comprovate controindicazioni mediche dimostrino di non poter essere sottoposti a vaccinazione.
Per i viaggiatori vaccinati, inoltre, resta l’obbligo di esibire all’imbarco l’esito negativo di un Covid-test molecolare o antigenico, effettuato entro tre giorni prima della partenza per gli Stati Uniti.

Italiani in America: cosa fare al rientro di un viaggio dagli USA

Dopo un viaggio di turismo in America, per rientrare in Italia basta essere in possesso di una Certificazione verde Covid (Green Pass) o di un certificato di vaccinazione o guarigione equipollente, rilasciata dalle autorità locali.
È poi necessario compilare online il modulo PLF e presentare l’esito negativo di un tampone molecolare o antigenico, effettuato nelle 72 ore precedenti l’ingresso in Italia.

Tags: