Sarda di lago affumicata e fritta

Un piatto della tradizione rivisitato in maniera moderna e originale.
Miele e bergamotto regalano alla sarda marinata un gusto incredibile

LIGURIA

Ricetta di Riccardo Camanini
Abbinamento a cura di Paolo Galliani

4 persone | Difficoltà: alta | Tempo: 1 ora

• 4 sarde di lago
• 24 gr Miele aromatizzato
• qb aceto di Groppello
• Erbe varie di campo
(senape indiana, crescione)

Per il miele aromatizzato

• 100 gr Miele di acacia
• 12 gr Succo di bergamotto
• nr 2 Bergamotto, scorza
• nr 2 rametti di elicrisium, tritati
• 1 gr sale di guerande

Per il miele aromatizzato

unire tutti gli ingredienti tranne il succo di bergamotto e lasciarli in infusione a caldo. Aggiungere il succo di bergamotto fuori fuoco e lasciar raffreddare.

Per la preparazione delle sarde, indispensabile marinare in aceto di Groppello e, in un secondo momento, passare alla fase dell’affumicatura.

Composizione finale

Una volta ultimata la marinatura e dopo aver affumicato le sarde, passare alla frittura delle stesse e condirle con il miele aromatizzato precedentemente preparato. Completare il piatto presentandolo in tavola con le erbe di campo che dovranno, anche queste, essere insaporite con il miele.

Il vino da abbinare

Valdobbiadene DOCG
Extra Dry cuvée 13

Vino di grande mineralità e salinità. Il leggero residuo zuccherino si rivela un ideale sostegno per la frittura di lago. All’olfatto rivela floreali (rosa, acacia, fiore di vite) e fruttate (pesca bianca, pera e mela).

Coln Vetoraz
11,40 euro