Con il sostegno di:

Feste e sagre: ecco 5 eventi da non perdere nella prima metà di giugno

Piemonte, Veneto, Toscana, Campania e Sicilia: da Nord a Sud ecco le principali sagre che si svolgono in Italia nei prossimi giorni

le-sagre-italiane-da-non-perdere-nella-prima-meta-digiugno

Con l’arrivo dell’estate e la fine delle restrizioni dovute alla pandemia tornano anche le sagre. In paese o in città, sono l’occasione perfetta per trascorrere intere giornate in cui respirare aria di festa, passeggiare tra le bancarelle, ammirare gli spettacoli di piazza e soprattutto gustare dell’ottimo cibo locale. Ecco cinque sagre da non perdere nella prima metà di giugno.

1. Sagra del cossot – Foglizzo (Piemonte)

Nel dialetto piemontese, e soprattutto nella cittadina di Foglizzo (provincia di Torino) le zucchine vengono chiamate cossot e da poco più di un decennio viene loro dedicata una sagra. Il 12 giugno 2022 si terrà l’undicesima edizione. Durante la giornata, per le strade della città, si preparano piatti a base di zucchine, ma non solo: si cuociono infatti i canestrelli nella piazza centrale e gli stand espositivi vendono formaggi e salumi tipici del luogo come il Castelmagno, il Murazzano e la bresaola di cervo. Sono inoltre organizzate visite guidate al castello di Foglizzo e spettacoli itineranti delle majorettes.

2. Street Food Fest – Campi Bisenzio (Toscana)

Questo borgo della provincia di Firenze, dal 10 al 12 giugno ospiterà un festival dello street food. Non una sagra dedicata a un solo alimento, ma una vera e propria manifestazione enogastronomica e culturale che ospita negli stand cibi provenientidal territorio italiano e da tutto il mondo. Dagli arrosticini alla paella senza dimenticare, ovviamente, le zuppe toscane come la minestra di pane o la pappa al pomodoro. Tre giorni di divertimento e di assaggi nella piazza centrale del paese.

3. Birra in B…rocca – Salerno (Campania)

Il castello Arechi di Salerno diventerà dal 10 al 12 giungo la location della quinta edizione di ‘Birra in B…rocca’, una sagra che vuole esaltare e promuovere le eccellenze enogastronomiche del territorio. Nella zona food saranno presenti stand conformaggi tipici come la mozzarella di bufala locale, i fritti della tradizione campana – tra cui crocchè di patate, frittatine di pasta e cuoppi di pesce – i mini burger e l’immancabile pizza. Tutti gli stand sono gestiti da attività salernitane. Nell’area beverage ci saranno invece birrifici e distillerie provenienti da diverse zone della Campania.

4. Sagra della ciliegia – Chiusa Sclafani (Sicilia)

In provincia di Palermo, a Chiusa Sclafani, il 18 giugno si terrà la cinquantaquattresima sagra della ciliegia. Il territorio siciliano, caratterizzato dal clima mite, è infatti da sempre adatto alla coltivazione di questo frutto. La tipologia di ciliegia che si trova a Chiusa Sclafani viene denominata “cappuccia” ed è una varietà poco succosa, caratterizzata dagli interni bianchi e non rossi. Oltre ai banchetti di assaggio delle ciliegie, nel corso della sagra è possibile anche mangiare specialità siciliane come pane e panelle, pane ca mievusa e cannoli, nei diversi punti ristoro che si trovano nelle strade del borgo.

5. Carnevale in notturna – Bagnoli di Sopra (Veneto)

Il 18 giugno a Bagnoli di Sopra, in provincia di Padova, si festeggia il carnevale in notturna. Oltre ai carri allegorici e ai gruppi mascherati, per le vie del paese sarà possibile trovare diversi banchi vendita di prodotti enogastronomici locali. In diverse zone della cittadina saranno, inoltre, presenti i punti ristoro con stand in cui poter assaggiare i piatti tipici della tradizione veneta come i bigoli con il ragù di gallina o il dessert locale, il dolce del santo: una crostata ripiena di marmellata, scorze di arance, uvetta e mandorle tritate.