Con il sostegno di:

Risotto alle rosole di campo, fonduta di Montasio e pomodoro confit


Ricetta di Giovanni Vegro dell’Antica Trattoria Al Portico di Coma, vicino a Venezia. Locale di lunga tradizione familiare, gestito da più generazioni dalla famiglia Vegro. Questo piatto esalta le erbe di campo, ingrediente essenziale nella storia della cucina contadina

Ingredienti (4 persone)

  • 300gr riso Carnaroli
  • 2lt brodo vegetale
  • 250gr rosole (già sbollentate)
  • 100gr Montasio
  • 30gr panna fresca
  • 1 grappolo di pomodorini datterini
  • q.b. zucchero
  • q.b. sale
  • q.b. vino bianco
  • q.b. pepe
  • 50gr Parmiggiano Reggiano
  • 30gr  burro
  • q.b. olio extravergine d’oliva
  • aromi (timo, limone, arancia)

    Procedimento

    Per le rosole: pulire le rosole, sciacquarle bene, cucinarle in abbondante acqua calda e sale eraffreddarle in acqua e ghiaccio. di rosole frullarle con il frullatore a immersione, allungandole con un po’ di brodo vegetale e un filo d’olio così creando un’emulsione, aggiustare di sale e pepe.

    Per la fonduta di Montasio: a bagnomaria far sciogliere il Montasio insieme alla panna.
    Per i pomodorini confit: lavare i pomodorini, tagliarli a metà, mettere i pomodorini tagliati su una placca con della carta da forno e condirli con olio, pepe, sale e zucchero q.b. e gli aromi.
    Infornare per circa 2 ore a 100°.
    Per il risotto: tostare il riso a secco su una casseruola e bagnarlo con il vino bianco. Quando l’alcol
    sarà evaporato, bagnarlo con il brodo vegetale e aggiungere un pizzico di sale. A ¾ cottura, aggiungere l’emulsione di rosole e le rosole intere. A fine cottura mantecare con burro, parmigiano e un filo d’olio, sale e pepe q.b.

    Impiattamento

    Mantecare all’onda, adagiare il risotto su un piatto piano, prendere la fonduta e creare
    una spirale e adagiare i pomodorini confit a piacere.