Porretta Express
Porretta Express

Signori, in carrozza! è in partenza il Porrettana Express, treno slow che valicherà l’Appennino tosco-emiliano, attraverso la Valle del Reno e dell’Ombrone, tracciando un ponte ideale tra Emilia e Toscana. L’iniziativa prevede il ritorno sui binari di convogli dei primi del Novecento, mantenuti in perfetto stato, che si muoveranno dal Deposito rotabili storici delle Ferrovie dello Stato di Pistoia per coprire i 40 chilometri che separano Pistoia da Porretta Terme. Una linea, la Porrettana, che aspira a diventare la Transappenninica d’Italia, tra borghi immersi nel verde, gallerie e viadotti di antica memoria.

I trenini faranno tappa nelle piccole stazioni comprese nel percorso, per un itinerario slow, alla scoperta del territorio, tra arte, musei, buona tavola e attività all’aperto. Dodici tour, con diverse opzioni, previsti tra maggio e ottobre prossimi. La prima fermata dopo Pistoia è Valdibrana, dove i viaggiatori potranno ammirare la caratteristica rampa di frenata, recentemente ristrutturata. Si ritorna a bordo per giungere, dopo Piteccio e Corbezzi, a Castagno, un borghetto in pietra, con stradine lastricate da ciottoli, percorribili soltanto a piedi e vestigia medioevali e del 1600. Castagno è un museo a cielo aperto: numerosi gli artisti che, a partire dagli ‘70, hanno utilizzato le mura come tele per opere, diventate parte integrante del paesino. Da Castagno, passando per lunghe gallerie e viadotti, capolavoro di ingegneria ferroviaria dell’Ottocento, si giunge a Pracchia, considerata la porta d’accesso della montagna. Qui i turisti, scesi dal convoglio, potranno pranzare, prenotandosi al momento dell’acquisto dei biglietti in ristoranti convenzionati, per gustare le specialità locali a chilometro zero, prima di partire su autobus messi a disposizione dell’organizzazione, alla volta di destinazioni selezionate in base al tipo di tour prescelto.

Si spazia dai poli dell’Ecomuseo della montagna pistoiese, alla visita dei mulini per la macinatura delle castagne di Orsigna, il paese che ha ospitato per anni il giornalista e scrittore Tiziano Terzani, a un trekking in contatto con la natura.

Gli appassionati di storia apprezzeranno il museo di Campo Tizzoro, esempio di archeologia industriale, con i resti della seconda guerra mondiale, compresi i rifugi a prova d’aereo, costruiti da un privato per la collettività. In programma anche iniziative riservate ai bambini: i treni Kids di Porrettana Express, offrono visite guidate e laboratori didattici. Ultimo scalo, Porretta Terme, dove si stanno mettendo a punto eventi dedicati per chiudere il viaggio in bellezza.

 

TUTTO QUELLO DA SAPERE PER PARTIRE
Per aggiornamenti sul programma consultare www.porrettanaexpress.it e la pagina Facebook #porrettanaexpress. L’acquisto del biglietto, possibile solo on line sul sito www.porrettanaexpress.it prevede il viaggio A/R in treno storico, l’animazione, le attività, gli ingressi ai poli museali e gli spostamenti in autobus verso i luoghi scelti per le visite guidate. è possibile anche prenotare il pranzo a menù fisso presso alcune strutture convenzionate, con pagamento in loco.