Sagra delle mele in Val di Non  (foto di Pomaria)
Sagra delle mele in Val di Non (foto di Pomaria)

Giunta all’ edizione numero 15, Pomaria, la festa della raccolta delle mele in Val di Non (12 e 13 ottobre 2019) e delle eccellenze enogastronomiche del territorio km 0-40, si sdoppia e va in scena nei due borghi contadini, vicinissimi e collegati anche da una navetta, di Livo e Rumo per nuove visioni agricole e di gusto.

La scelta di occupare le vie e le antiche dimore, che si apriranno ai visitatori, di due località nasce dal desiderio di creare uno spazio dedicato anche all’arte casearia di montagna, all’allevamento e alla pastorizia con aree e attività ad hoc. Denominatore comune sia del focus su mele e agricoltura sia di quello dedicato al mondo del latte, il desiderio di far diventare il pubblico un protagonista vero e proprio attraverso laboratori, percorsi immersivi, degustazioni interattive, spazi dedicati alle mele antiche, aree gastronomiche, isole della ristorazione con ricette della tradizione rilette in chiave contemporanea, occasioni di gran gusto e di scoperta. Anche quest'anno, i visitatori avranno a disposizione un intero campo di mele, per capire come si raccoglie la frutta.

Tra le novità: la mostra del fotografo Marco Simonini “Prima la terra”, con 60 scatti B&W toccanti e coinvolgenti in grande formato, che raccontano la passione per l’agricoltura come scelta di vita, e le esperienze multisensoriali, con i percorsi immersivi in cuffia di “Miscele d’aria factory” e le degustazioni in assenza totale di luce nel truck di “Dark on the road… il sapore del buio”. Nuovo anche il parco verde interamente dedicato ai bambini per permettergli di prendere parte in tranquillità e sicurezza alle numerose attività e giochi pensati per loro.
Insomma, dopo 15 anni, Pomaria è più che mai un laboratorio su cibo, gusto consapevole, incontro tra ospiti e territorio, agricoltura come espressione identitaria di un luogo che ha voglia di raccontarsi al mondo. Anche per riconoscere da dove viene il futuro.

Scoprirne tutta la ricchezza e varietà è anche un’ottima occasione per fare un viaggio nei colori del foliage che proprio da metà ottobre accendono i boschi e i frutteti della valle trentina delle mele. Non serve cambiare continente per farsi incantare dalle calde esplosioni cromatiche dell’autunno!

Pacchetti soggiorno con visite guidate a partire da 125 euro.
www.pomaria.org

gloriaciabattoni@gmail.com