Con il sostegno di:

Pan pepato e vin brulèe, profumo di Natale

I dolci delle feste ancora oggi più diffusi in Austria e in Germania hanno una tradizione medievale, ecco la ricetta di Graz

Escono dalle mani di Sladja i dolci tradizionali delle feste al profumo di cannella cotti nel forno di Gut Schlossberges, nel cuore di Graz, il capoluogo della Stiria che quest’anno vanta il record di 14 mercatini natalizi diffusi nelle diverse piazze della città. Il Lebkuchen, conosciuto come pan pepato, significa probabilmente “dolce della sopravvivenza”, perché è l’unico pane che non va a male grazie all’utilizzo di tante spezie, come cannella, chiodi di garofano, noce moscata, cardamomo e anice, famosi per la loro capacità di conservare il cibo.  Le sue origini sono antiche e la ricetta si tramanda di famiglia in famiglia, ancora più buoni sono i biscotti gustati con una tazza di vin brulèe.

Qui la ricetta di un locale a chilometro zero, dove, oltre a gustare piatti della tradizione, è possibile acquistare prodotti contadini e frequentare piccoli corsi della cucina tipica di questa regione nota come cuore verde dell’Austria.

Ingredienti

  • 700 gr. di farina di farro o di segale
  • 500 gr. di miele
  • 120 gr. di zucchero
  • 1 cucchiaino di bicarbonato
  • 1 cucchiaio di mix di spezie per il pan pepato (cannella, chiodi di garofano, noce moscata, cardamomo, pimento e anice)
  • 2 uova
  • un pizzico di sale

Preparazione

Mescolare la farina con le spezie e il bicarbonato. Riscaldare il miele e aggiungere lo zucchero, poi versare tutto nella farina, aggiungere le uova sbattute per ottenere un composto omogeneo. Lasciare raffreddare l’impasto per un minimo di due ore, quindi stendere la pasta col mattarello fino a formare uno spessore di 5-6 millimetri.  Formare i biscotti con gli stampini, spennellarli con il tuorlo d’uovo e decorarli con noci o mandorle. Infornare per 7 minuti a circa 175 gradi,

Glühwein, vin brulèe

Preparare una base di tè nero con le spezie (per 0,75 ml di vino, due bastoncini di cannella, 10 chiodi di garofano, una stella di anice stellato e due fiori di noce moscata). Bollire tutto per 5 minuti, aggiungere il vino e fare riscaldare aggiungendo zucchero a piacimento. Tenere tutto vicino al punto di bollitura facendo attenzione però a non fare bollire, e aggiungere un bicchiere di rum.

Info: www.graztourismus.at; www.genuss-abhof.at