Con il sostegno di:

Moncaro, arrivano due riconoscimenti

«È un grande risultato per noi» Sono Cantina dell’anno – Gran Vinitaly e Miglior vino bianco d’Italia nella selezione di 5StarWines - the Book

Al Vinitaly all’azienda Moncaro verranno consegnati due importanti riconoscimenti: Cantina dell’anno – Gran Vinitaly e Miglior vino bianco d’Italia nella prestigiosa selezione di 5StarWines – the Book, la guida ai migliori vini d’Italia. Il titolo di Miglior vino bianco d’Italia con il punteggio 95/100 è stato assegnato dalla giura al Verdicchio Superiore Fondiglie che prende il nome dalla contrada del comune di Rosora in cui vengono coltivati i vigneti da cui nasce. Sull’etichetta del Fondiglie è raffigurata un’ape e dei fiori in omaggio ai versi del poeta Trilussa, incisi sull’antico muro della casa padronale in Contrada Fondiglie, alle pendici dei monti Appennini, dove ci sono i vigneti dai quali proviene questo Verdicchio Superiore fruttato ed elegante. Recita: «C’è un’ape che si posa su un bocciolo di rosa, lo succhia e se ne va… Tutto sommato la felicità è una piccola cosa».

«Un grande risultato per Moncaro e per tutto il vino marchigiano, che ancora una volta balza agli onori delle cronache per aver raggiunto i massimi podi del vino Italiano – afferma Doriano Marchetti, presidente di Moncaro – Un grazie speciale per questi risultati di primo piano va a tutti i soci e collaboratori di Moncaro che in questo lavoro di squadra riescono ad ottenere risultati di qualità eccelsa». Riconoscimenti di altissimo livello anche per le etichette storiche dell’azienda, tra cui il Verde Verde Ca’ruptae Verdicchio Superiore 2021 (94/100) il Tordiruta Verdicchio Passito 2018 (93/100) Le Vele Verdicchio 2021 (92/100) e il Campo Delle Mura Piceno Superiore 2017 (90/100).

Tutti questi risultati hanno contribuito a far eleggere Moncaro come Cantina dell’anno – Gran Vinitaly, il riconoscimento dato al produttore che ha totalizzato il miglior risultato globale sulla qualità. Nell’anno solare 2021 Moncaro ha complessivamente aumentato il proprio fatturato riuscendo a lavorare sulla qualità, il brand Moncaro è stato premiato dal consumatore della grande distribuzione che in tempi di forte incertezza economica come quelli della pandemia si è affidato con fiducia a quei marchi che sono sempre stati una garanzia dal punto di vista del rapporto qualità prezzo.

«I nostri principali mercati di riferimento sono quello italiano che assorbe il 50% della nostra produzione – ha detto il presidente di Moncaro, Doriano Marchetti – mentre il restante 50% viene destinato alle esportazioni e in particolar modo con destinazione Stati Uniti, Cina, Giappone oltre ovviamente all’Europa. Complessivamente sono quaranta i Paesi di destinazione». Nel 2021 Moncaro è stata capofila del progetto «Nuove tecnologie per il food & wine del made in Italy», finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico e dalla Regione Marche, per investimento complessivo di 15,7 milioni di euro che sono stati impiegati nella sostenibilità della produzione vitivinicola e nella competitività internazionale.