Mille modi per sfidare la corrente
Mille modi per sfidare la corrente

E poi ci sono i “sentieri blu”. Vie d’acqua che sanno regalare emozioni uniche. Ce ne sono almeno 400 chilometri su sette fiumi in cinque province. Le discipline che vi si praticano sono diverse, secondo il livello di confidenza, di coraggio e di adrenalina: dal più semplice “tubing”, adagiati su comode ciambelle di gomma, fino al rafting classico, anch’esso comunque a diversi livelli. Le cattedrali di questi riti sono soprattutto in Garfagnana, terra aspra ma ricchissima, soprattutto nell’alta Valle del Serchio e nel torrente Lima. Ma è emozionante anche un rafting urbano a Firenze, sotto il Ponte Vecchio, oppure nel fiume Sieve, tra Dicomano e Rufina. E poi c’è il “river trekking”: camminare arrampicarsi nuotare saltare in corsi d’acqua che attraversano gole strette, come l’Orrido di Botri, o le Strette di Cocciglia, ancora in Garfagnana, o il tratto dell’Elsa nella zona di Sovicille.