Il mercatino in piazza Walter a Bolzano
Il mercatino in piazza Walter a Bolzano

Arrivano dalla Germania e hanno conquistato l’Italia: sono i Mercatini dell’Avvento (meglio noti come i Mercatini di Natale), che dal Nord della penisola si sono espansi in ogni città, ogni paese. Quelli di Trentino, Alto Adige e Valle d’Aosta sono tra i più visitati, anche perché, soprattutto quest’anno, grazie alle nevicate abbondanti si può unire il piacere dello shopping natalizio a quello di qualche bella sciata.

Trento

Fino al 6 gennaio 2020 a Trento protagonisti sono gli espositori delle oltre 90 casette distribuite nelle due piazze storiche della città, piazza Fiera e piazza Battisti, con il meglio dell’artigianato e dell’enogastronomia locale e regionale.
Curiosando tra una casetta e l’altra, si scoprono prodotti davvero unici, e anche gli oggetti della tradizione diventano preziosi: è il caso delle sfere lavorate con la tecnica Biedermeier, composizioni che si servono in gran parte di materiali raccolti in natura, come pigne, bacche, semi, fiori, ma anche cannella, chiodi di garofano, caffè, nastri colorati, pizzi e perline.
Con la stessa tecnica vengono realizzati anche quadri e decorazioni, orecchini e collane. Si rimane incantanti davanti ai lavori degli intagliatori, temi natalizi e presepi realizzati in larice, abete e cirmolo. Piccole opere d’arte, come anche le lavorazioni fatte con la cera d’api.
Molti sono i giochi artigianali che richiamano i divertimenti di un tempo e, novità di quest’anno, tra le casette si potranno trovare anche prodotti realizzati mediante la tecnica brevettata del ricamo sul legno. Due tradizioni trentine, da una parte il legno e dall’altro il ricamo, unite insieme per ottenere manufatti davvero originali, con il filo che entra ed esce direttamente dal legno.
Non mancano guanti e scaldamani, sciarpe e berretti, calzini e pantofole, ideali per contrastare il freddo con il calore e la morbidezza della lana cotta. Erbe ed essenze naturali vengono utilizzate nei prodotti cosmetici per il benessere della persona, dalla stella alpina, antiossidante, all’arnica e calendula. E ancora le candele artistiche realizzate a mano e i cuscini con cirmolo, noccioli di ciliegie e semi d’uva, deliziosamente profumati e da riscaldare, per una sensazione di profondo relax.



PRODOTTI DELLA TRADIZIONI, ANCHE GLUTEN FREE - Ci sono lo speck, la luganega e gli altri salumi tipici, canederli, polenta e i buonissimi formaggi locali, le zuppe calde e il tipico orzotto trentino. E ancora Brezel farciti e sfiziosi panini gourmet, fino al famoso Tortel di patate, altra delizia della tradizione, un piatto invernale ottenuto grattugiando le patate di pasta bianca e impastando con farina bianca e sale. Cotto al forno, il Tortel si serve con formaggio di malga, speck oppure porchetta e funghi per chi lo desidera.
Tra i dessert, non possono mancare il classico Strudel, lo Zelten, la torta del Natale ricca di frutta secca, Brezel e dolci a base di castagne, treccia mochena e Strauben, un dolce tipico trentino con impasto dolce di farina, latte, uova, zucchero e lievito. Fritto, si serve con zucchero a velo e marmellata di mirtillo rosso.
Parlando di bevande che scaldano corpo e cuore ci sono il classico vin brulé e una sua variante, l’esclusivo Mochen Brulé realizzato con vino bianco, rum, zucchero e frutti di bosco interi. Mentre a base di grappa, caffè, vino, zucchero e miele, il Parampampoli viene servito con la fiamma in robuste tazzine di ceramica. Non mancano bevande analcoliche, dal Brulé di mela agli infusi e tè naturali.
Tra le novità del Mercatino di Natale 2019/20, una casetta proporrà un’offerta interamente dedicata al gluten free.
Tutte le informazioni su www.mercatinodinatale.tn.it e nelle pagine Facebook ; www.discovertrento.it
 




Bolzano

Il mercatino di Bolzano giunge al 29° anno: le famose casette di legno e il gigantesco albero (28 metri) di piazza Walther invitano a uno straordinario viaggio senza tempo fra tradizioni, emozioni e cultura. La città si trasforma e diventa protagonista di una magica fiaba d’inverno, con un calendario fitto di eventi che, oltre alla piazza principale dove vengono allestiti gli chalet in legno, il presepe con la Sacra Famiglia all’interno di una vera stalla in miniatura riprodotta con legno antico e tetto a scandole proprio come un maso di montagna, e l’immenso albero tutto decorato, coinvolge altri luoghi della città.
Imperdibile l’occasione di vedere all’opera gli artigiani: l’appuntamento è come di consueto allo stand in piazza Walther dove si alternano i vari “maestri” per live show molto suggestivi, ma anche - novità di quest’edizione - nella Corte delle Stelle allestita nel cortile interno di Palazzo Mercantile dove, fino a Natale, ogni venerdì, sabato e domenica sarà protagonista l’artigianato artistico degli Artigiani Atesini.
Natale a Bolzano è anche una festa per il palato: i sapori della tradizione enogastronomica fanno bella mostra nei vari stand che invitano a gustare specialità tirolesi e piatti alpini preparati con prodotti locali sempre freschi: dallo speck al vin brulé, dalle frittelle al succo di mele, allo strudel.
Gli amanti del buon vino avranno a disposizione al Mercatino la Wine Lounge, uno stand che propone una selezione di vini tipici di Bolzano. Oltre a vini autoctoni come il Santa Maddalena ed il Lagrein potranno essere gustati anche gli spumanti e distillati tipici dell’Alto Adige.
Lo stand del vino è aperto tutti i giorni dalle ore 10 alle 19 e nel fine settimana dalle 10 alle 22.

UNA FESTA PER I PIU' PICCOLI - Sono tantissime le iniziative pensate per i piccoli visitatori. A cominciare dal Parco di Natale, nel parco della Stazione, dove i bambini possono ammirare la magica Stella di Natale e divertirsi alla pista di pattinaggio. I più piccoli non potranno resistere a un giro sulla giostra, sul trenino elettrico o in carrozza, per vivere tutta la magia del Natale come piace a loro. Non solo. Potranno anche assistere al Teatro dei burattini e, grande novità di quest’anno, visitare la mostra 'C’era una volta… giochi e giocattoli d’altri tempi' che, a partire dal 7 dicembre a Palazzo Mercantile, esporrà pezzi unici e giocattoli rari - anche da provare, nei weekend – oltre ad un angolo a loro riservato con attività e laboratori. info@bolzano-bozen.it ; www.bolzano-bozen.it 





Renon

Vera e propria oasi alpina a due passi da Bolzano, l’altipiano del Renon è raggiungibile in appena 12 minuti con la funivia che parte dal capoluogo altoatesino. Si è inaugurato il Trenatale del Renon, con la speciale presenza (per la gioia dei bambini) dei lama del maso Kaserhof. L’atmosfera del mercatino natalizio quest’anno sarà ancora più fiabesca grazie al paesaggio innevato, che farà da cornice alle tradizionali bancarelle collocate nei pressi della stazione del Trenino del Renon, con incantevoli stand di legno - che richiamano la forma dei vagoni del treno - zeppi di dolci (tra cui il tipico zelten, a base di frutta secca) e poi ancora fiori di carta, pantofole in lana, succhi bio, vin brulé, confetture, prodotti a base di erbe alpine, ma anche manufatti di artigianato locale. Da Soprabolzano sarà poi possibile raggiungere Collalbo a bordo del Trenino, per gironzolare ancora tra i banchi, o approfittare del ricco programma di concerti, letture di fiabe, giri in carrozza e teatro delle marionette. Il Trenatale del Renon a Soprabolzano e a Collalbo sarà aperto ogni venerdì, sabato e domenica dalle ore 10 alle 18.30 (venerdì dalle 15), fino al 29 dicembre (per info www.trenatale.it).

Bressanone

Apertura anche del Mercatino di Natale di Bressanone in Alto Adige. Circondato dalla cattedrale di Bressanone, dalla chiesa di San Michele e dal municipio recentemente ristrutturato, brilla sotto una stella verde: è certificato come “green event”.
Ogni anno circa 35 stand presentano al mercatino di Natale opere artigianali e prelibatezze natalizie. Sculture in legno, ceramiche fatte a mano, erbe alpine, saponi al latte di pecora, ciabatte di feltro, decorazioni tipiche tirolesi per l'albero di Natale, candele decorate con amore, palle di vetro dipinte a mano, presepi e statuine e molte altre ottime idee per i regali sono offerti negli stand che si allineano intorno al grande albero di Natale in piazza Duomo a Bressanone. E naturalmente anche il palato avrà di che godere tra vari gustosi dolci e prelibatezze della Valle Isarco.
Gli stand gastronomici del mercatino di Natale viziano i loro ospiti con prelibatezze altoatesine come zuppa d'orzo, zuppa di gulasch, patate arrosto, salsicce, carne alla griglia, canederli e Tirtln. I dolci sono particolarmente invitanti: Lebkuchen, Strauben, biscotti, Zelten, Stollen si apprezzano meglio accompagnati da una tazza di cioccolata calda, succo di mela o vin brulè. Diversi cori e gruppi musicali offrono momenti di contemplazione e tranquillità e per i romantici, si consiglia un'escursione in carrozza trainata da cavalli attraverso il centro storico. 9 presepi a grandezza naturale seminati nel centro storico, alla stazione ferroviaria e in piazza Duomo vi invitano a fare una piacevole passeggiata a Bressanone. Chi volesse saperne di più sulla tradizione del presepio, dovrebbe fare una deviazione nel museo diocesano della Hofburg, il Palazzo Vescovile di Bressanone. Durante l'intera stagione natalizia, vi sono esposti vari Il 5 dicembre, alla vigilia del giorno di San Nicola, le strade di Bressanone sono piene di rumori forti, ringhio e figure raccapriccianti. Arrivano i Krampus! San Nicola, invece, con quasi 30 angeli vestiti con abiti di epoche diverse, percorrerà per la prima volta le strade il 6 dicembre. I bambini possono portare le proprie barchette fatte a mano e San Nicola, in qualità di patrono dei naviganti li premia con dei dolcetti. www.brixen.org/natale

Lana (BZ)

L’edizione 2019 del mercatino natalizio di Lana, Polvere di Stelle, è davvero speciale perché tutto l’allestimento sarà compreso all’interno del meraviglioso e incantevole Giardino dei Cappuccini. Fino al 31 dicembre, Avvento, Natale e Capodanno si festeggeranno in questo magico contesto, con alberi addobbati con luccicanti sfere rosse o luminose e tanti stand di artigianato, gastronomia e tanto altro. In tutto il periodo di attività, il programma di Polvere di Stelle è fitto di appuntamenti curiosi e interessanti, divertenti e affascinanti, creativi e goderecci, musicali e spettacolari. Solo per citarne alcuni, sabato 30 novembre, 14 e 21 dicembre si imparerà a confezionare San Niccolò con latta, stoffa e cotone, oppure si creerà la tipica casetta di pan pepato o ancora si costruirà un’utile casetta per la stagione invernale per gli uccellini affamati. Giovedì 5 dicembre alle 17 sfileranno i mostruosi nonché tradizionali “Krampus”, i diavoli travestiti, servitori di San Nicolò, al parcheggio della pizzeria Alpen a Lana di Sotto. Canti natalizi, lo show luminoso dell’artista Alex Rowbotham “Luce dipinta”, musica dal vivo, allieteranno i visitatori del mercatino. Acquistare i regali di Natale sarà l’occasione per fare shopping e gustare una tazza di vin brulé o la bevanda Polvere di Stelle (un brulé alla mela e alle erbe), ouna zuppa di gulasch con brezel oppure gnocchetti fritti alla tirolese. Info www.visitlana.com

Valle d’Aosta

Natale è alle porte e la Valle d’Aosta attende i visitatori coi mercatini in tutta la regione, partendo da Aosta passando al Forte di Bard, fino ai piedi del Monte Rosa e del Monte Bianco.
Ad Aosta fino al 6 gennaio 2020, l’ area archeologica del Teatro Romano si trasforma in un suggestivo villaggio alpino tra luci, stradine, tipici chalet in legno, fontane fontane e sculture, per ospitare il mercatino natalizio “Marché Vert Noël”: qui i visitatori troveranno specialità gastronomiche del territorio come formaggi e vini, insieme a produzioni artigianali come candele, sapone artigianale, addobbi natalizi, mobili, abbigliamento in lana cotta e feltro, idee originali per le decorazioni natalizie e per i regali ai propri cari.

A Gressoney-Saint-Jean fino al 6 dicembre 2019 la comunità Walser è molto legata alle proprie tradizioni, in particolare alla festa di St.Kloas il 6 dicembre, quando i bambini aspettano con ansia l’arrivo di San Nicola con i suoi doni. Il 14 e 15 dicembre i visitatori potranno scoprire il mercatino di Natale, con banchetti di artigianato.

A Chatillon (– 7 - 8 dicembre 2019, 14 - 15 dicembre 2019, dal 21 dicembre 2019 al 6 gennaio 2020 (escluso il giorno di Natale) il parco del Castello Gamba si trasformerà in un villaggio incantato popolato da personaggi fantastici, alberi parlanti e giochi magici per guidare i bambini in un mondo fatato. La carovana di Natale nel Parco del castello accompagnerà grandi e piccini in un viaggio fiabesco allietato dal calore di bracieri accesi, caldarroste, cioccolata calda e dalle esibizioni di saltimbanchi, poeti, cantastorie e musici. Nel castello invece, i visitatori troveranno una mostra di giochi del passato e diversi laboratori per i più piccoli, come quello di costruzioni con mattoncini LEGO o il laboratorio creativo di pittura. Mentre i bambini saranno impegnati con divertimenti d’altri tempi, gli adulti potranno approfittare delle speciali visite guidate del Castello.

A Saint-Denis l’ 8 dicembre 2019 si svolgerà la raccolta del vischio, un importante elemento della tradizione celtica all’origine di numerosi riti e leggende, soprattutto legati al periodo natalizio. I visitatori potranno passeggiare per il mercatino del vischio, dove troveranno prodotti artigianali e della gastronomia locale, oltre alla possibilità di visitare la mostra di pittura e scultura degli artisti valdostani presso la Biblioteca, mentre i bambini potranno divertirsi con attività e giochi pensati per loro, per tutta la giornata. Sarà poi possibile assaporare un ricco menù a base di prodotti tipici valdostani.

Al Borgo di Bard il 7 dicembre 2019 le vie si trasformeranno in un caratteristico villaggio natalizio, che vedrà protagonisti oltre trenta presepi in legno, realizzati dagli artigiani valdostani partecipanti al concorso 'Presepi in mostra'. Vi saranno numerosi prodotti natalizi di arte e artigianato locale e potranno inoltre gustare le tipiche prelibatezze enogastronomiche. La giornata sarà infine allietata dalla presenza di Babbo Natale.
Il 6 e l’ 8 dicembre nel Borgo di Hône è tradizione celebrare la sagra della micòoula (dal dialetto “pane un po’ più piccolo e un po’ speciale”), un pane di segale caratterizzato dalla presenza di castagne, noci, fichi secchi, uva passa e, talvolta, cioccolato. In origine veniva preparata proprio nel mese di dicembre e col tempo è diventata il pane dolce natalizio tipico della Valle d’Aosta.
L’8 dicembre il borgo ospiterà il tradizionale mercatino e offrirà ai visitatori dimostrazioni di impasto e cottura del pane.
Per maggiori informazioni, visitare il sito: http://www.lovevda.it/it. 


gloriaciabattoni@gmail.com