L'ingresso della London Underground
L'ingresso della London Underground
Già di suo Londra è una città cara per i visitatori, se poi non si presta un minimo di attenzione si rischia di buttare via ancora più soldi inutilmente: ristoranti turistici scelti a caso, attrazioni dispendiose che non meritano la spesa (30 sterline per lo zoo si possono evitare senza rimpianti), eccetera.

Anche utilizzare la metropolitana con leggerezza incide non poco sul portafoglio, visto il prezzo esorbitante del biglietto. In particolare, c'è un tranello che ogni anno costa ai passeggeri ignari oltre 100mila sterline: il trasbordo fra le stazioni di Covent Garden e Leicester Square sulla linea Piccadilly, nella zona più turistica della città. Sono le due fermate più vicine di tutta la rete della London Underground, distanti solo 275 metri.

Dovendo spostarsi dall'una all'altra, i londinesi sanno che non ha senso infilarsi sottoterra visto che basta una passeggiata di quattro minuti. Fra scendere, passare il cancelletto, raggiungere la piattaforma, aspettare il treno, fare il viaggio (37 secondi), uscire e risalire in strada – senza contare la proverbiale ressa della Tube – si impiega più tempo.

Eppure, secondo i dati raccolti dal Telegraph in media ogni settimana 531 persone viaggiano da Covent Garden a Leicester Square e 331 in senso inverso, il che fa oltre 46mila "sprovveduti" all'anno.

Se ipotizziamo che paghino tutti con la tessera ricaricabile o con la carta contacless – in questo caso il biglietto viene 2,40 sterline – il calcolo è presto fatto: ogni anno si sperperano 110mila sterline per un viaggio in metro inutile. E si tratta per altro di una proiezione al basso: il biglietto acquistato in contanti costa la bellezza di 4,90 sterline, e così in realtà il totale dei soldi persi nel tranello della Tube potrebbe essere molto più alto.


Leggi anche:
- La mappa della metropolitana di New York che celebra le grandi donne della città
- Il bar di Tokyo dove si entra solo… da soli
- A Natale potrete visitare la città di una 'Una mamma per amica'