Con il sostegno di:

Livigno, il fascino di sciare in primavera

Nel cuore delle Alpi, 115 km di piste aperte fino a maggio. Senza dimenticare i percorsi dedicati a ciaspole e scialpinismo

Livigno (Sondrio) – Situata in Lombardia, nel cuore delle Alpi, Livigno, con i suoi 115 km di piste e impianti di risalita è famosa per la durata della stagione invernale, tra le più lunghe in Italia: la neve infatti non manca mai da novembre a maggio grazie alle abbondanti nevicate e alle innovative tecniche di stoccaggio della neve. In alta quota, in questo periodo, il clima mite e le splendide giornate di sole formano il connubio perfetto per un vacanza tra relax, divertimento, buon cibo.

In questi mesi primaverili, i viaggiatori del Piccolo Tibet (denominazione coniata per la prima volta nel 1957 dallo scrittore di leggende Alfredo Martinelli per l’elevata altitudine media) possono godersi lo spettacolo della natura innevata, allo stesso tempo coccolati da dolci temperature. E, per un perfetto soggiorno , sono molteplici le attività che consentono di vivere un’autentica esperienza di montagna tra attività adrenaliniche e slow, contando sul minor flusso di sciatori che caratterizza proprio questo periodo dell’anno.

L’offerta è davvero ampia, e piste di ogni difficoltà sono in grado di soddisfare le necessità di tutti gli ospiti, dai più piccini fino agli sciatori più esperti. Dal freestyle allo snowboard, infinite possibilità attendono i turisti del Piccolo Tibet per vivere emozionanti avventure sulla neve, fino a 2.900 metri di quota, dove il paesaggio si fa ancora più selvaggio e suggestivo e si scopre la magia di sciare tra le nuvole. Anche i percorsi gestiti dedicati alle ciaspole e allo scialpinismo permettono di godersi la montagna in maniera slow in sintonia con la natura: gli escursionisti possono andare alla scoperta delle bellezze delle Alpi in maniera consapevole attraverso itinerari segnalati e boschi innevati in direzione degli spot più suggestivi della Valle, quali ad esempio, Crap de la Paré, Val delle Mine, e Tee Val Fedeira per le ciaspole; Costaccia, Trepalle-LiCrapena, Croce Valandrea, Deschana e Carosello 3000 per lo sci alpinismo.

A metà giornata poi sono molteplici le opzioni per una breve sosta nei rifugi più caratteristici del Piccolo Tibet. La scelta è davvero ampia grazie alle tipiche baite di montagna, dove, in un’atmosfera calda e accogliente, sono custodite antiche tradizioni e i sapori più autentici, ideali per un aperitivo, un pranzo o una merenda. Immerse in boschi di larici, o in posizione panoramica con vista sulle piste, il loro dehors assicura momenti di relax, per una pausa rigenerante, baciati dal sole.

E se gli impegni di lavoro vi impediscono di lasciare la città in cui vivete, fino al 1.maggio 2022 è possibile partecipare a Win the Wonder, la divertente caccia al tesoro virtuale, che porta viaggiatori ed escurisionisti alla scoperta di Livigno e dei suoi tesori: luoghi imperdibili ma anche spot meno conosciuti ed esperienze da veri locali. Gli amanti delle sfide possono accedere all’App My Livigno, registrarsi all’iniziativa e scoprire la lista delle location da raggiungere. Una volta individuata quella di interesse, basterà recarsi sul posto e inquadrare il QR code dell’iniziativa. Al termine di ogni tappa, i viaggiatori accumulano punti in un portafoglio virtuale, essenziali per aggiudicarsi i fantastici premi in palio come skipass, settimane bianche e weekend nel Piccolo Tibet.