Livigno d’estate, il paradiso della bicicletta

Mountain bike, enduro, cross-country, flow-country, downhill, e-bike e road-bike: nel Piccolo Tibet si pedala in tutte le salse

Sui pedali sul Piccolo Tibet. Con l’apertura degli impianti di risalita e dei bike park in quota l’11 giugno si apre ufficialmente la stagione estiva a Livigno, tra escursioni e corsi per tutti i livelli e le età e iniziative per avvicinare il grande pubblico al mondo delle due ruote.

L’arrivo della bella stagione a Livigno riporta alla luce lo spettacolo della natura che per mesi è rimasta sepolta sotto la neve: boschi e prati ma anche una fitta rete di trail, strade e sentieri – ben 3.200 km mappati gps, 17 km di percorso ciclopedonale e 3 bike area – pronti per essere esplorati in sella alle due ruote. Dalle attività per bambini alle escursioni in mountain bike, enduro, cross-country, flow-country, downhill, e-bike e road-bike, non c’è dubbio che la bicicletta sia la regina dell’estate livignasca. Tra salite epiche, trail adrenalinici e percorsi disegnati per immergersi nella spettacolare natura della valle, ecco gli appuntamenti che l’estate riserva agli appassionati delle due ruote nel Piccolo Tibet.

L’apertura dei bike park

E’ fissata per l’11 giugno, l’apertura del Bike Park Mottolino, uno dei primi bike park d’Europa. Offre 14 sentieri adatti a tutti suddivisi in tre livelli di difficoltà e strutture in grado di soddisfare principianti ed esperti: un’area Jump dedicata ai salti in sequenza su terra battuta, un’area North Shore nel bosco con ponti sospesi e passerelle in legno, una linea Slopestyle interamente dedicata ai rider pro, quattro Drop per testare le proprie capacità e un maxi gonfiabile per imparare nuove tecniche ed evoluzioni aeree. Il 25 giugno si aprirà ufficialmente la stagione del Mountain Park Carosello 3000 e dal 1° luglio sarà aperta al pubblico anche la Mountain Area Sitas. I 30 km di nuovi sentieri Flow Trail uniti alle mulattiere pre-esistenti formano una grande bike area con più di 50 km di percorsi: dal Roller Coaster, un flow-trail puro con panorami sensazionali sul lago di Livigno, al velocissimo H-Dream capace di lanciare i bikers esperti fino ad una velocità massima di 70 km/h, all’escursionistico Coast to Coast fino al flow tecnico della Blueberry Line. Completano l’esperienza il The Bomb Trail, un percorso di 2,7 km e 407 m di dislivello per biker esperti costruito in gran parte a mano, il Lonely Planet, un single-trail panoramico inaugurato nel 2020 che attraversa la Val Federia e promette un’immersione slow e adatta a tutti nella natura, e infine il mitico Tutti Frutti Epic Tour, un mega tour di 45 km e solo poche centinaia di metri in salita, che comprende parte della sentieristica flow e percorsi storici di Livigno. Grazie al Bike Pass Livigno i biker possono accedere a tutti gli impianti di risalita dotati di trasporto mtb di Mottolino, Carosello 3000 e Sitas con un’unica tessera. Una versione estiva dello skipass che, scegliendo in base alle proprie necessità tra giornaliero e plurigiornaliero, permette agli appassionati di salire in quota su entrambi i versanti, scendere nel bikepark e divertirsi senza limiti scegliendo tra i numerosi trail appositamente tracciati e mappati. Fino al 10 giugno è possibile usufruire della Prevendita Bike Pass, acquistando online con uno sconto del 10% tessere giornaliere e plurigiornaliere con data libera e valide per tutta la durata della stagione.

Passione road bike

La sua particolare posizione geografica rende Livigno anche una base prediletta dagli stradisti che possono facilmente raggiungere i passi alpini che hanno fatto la storia del ciclismo italiano – Stelvio, Bernina, Gavia, Mortirolo, Foscagno e Maloja – e i passi alpini svizzeri noti per un manto stradale impeccabile, come il Bernina. Non è un caso quindi che Livigno venga scelta ogni anno non solo dagli appassionati ma anche da tante squadre di professionisti per completare la loro preparazione in altura in vista delle grandi competizioni estive. Dal 2014 Livigno sostiene una campagna di sensibilizzazione per gli automobilisti affinché la convivenza con gli stradisti sia più sicura per tutti e anche quest’anno buona parte delle iniziative messe in campo dalla località punta proprio ad avvicinare, in tutta sicurezza, anche il grande pubblico al ciclismo su strada. Dal 1° al 5 giugno la strada del Passo della Forcola aprirà eccezionalmente a pedoni, ciclisti amatoriali e professionisti per consentire loro di cimentarsi nella salita in tutta tranquillità, concentrandosi sulla prestazione ma anche godendo in modo privilegiato del contatto rigenerante con la natura circostante. Le due ruote per tutti: dalle e-bike ai corsi per i più piccoli
Oltre alle numerose iniziative pensate per i ciclisti a livello pro, Livigno offre tantissime opportunità anche a chi si accosta per la prima volta alle due ruote. La pista ciclopedonale di 17 km offre corsie separate per pedoni e biciclette. Lungo il percorso ci sono diversi sbocchi per ritornare facilmente in paese, e servizi come aree di sosta con panchine e tavoli, un’area riservata agli amici a quattro zampe, parchi gioco con scivoli e altalene e aree Bike Service con attrezzi per la prima assistenza.

Grazie a ben 9 punti di ricarica sparsi tra il paese, i passi limitrofi e la valle è possibile approfittare anche dell’ampia offerta di e-bike (di proprietà o a noleggio) per sperimentare la libertà di un’uscita sulle due ruote, senza fatica e senza correre il rischio di restare letteralmente “a piedi”. Sono alla portata di tutti le escursioni in elettrico nel Larix Park, una pedalata sali e scendi che attraversa un fresco bosco di larici seguendo la valle di Livigno e riconnettendosi con la pista ciclabile, e la Val Federia, una vallata magica ricca di malghe, pascoli, boschi e agriturismi dove concedersi una pausa pranzo a tutto gusto. I biker più esperti possono spingersi fino ai Laghi di Cancano per mettersi alla prova in salita ed entusiasmarsi in discesa tra grandiosi panorami dell’alta montagna, valichi alpini e sentieri.

Per maggiori informazioni: www.livigno.eu