Con il sostegno di:

Cartoline da Cavallino, l’isola che non c’è

A pochi passi da Venezia, un mare incontaminato circondato da una natura selvaggia. Da godere anche in bici, sulla ciclabile a sbalzo più lunga d'Europa

Natura selvaggia e incontaminata a pochi passi da Venezia. L’ultimo avamposto della laguna prima del litorale adriatico. L’isola di Cavallino Treporti, collegata alla terraferma da una strada percorribile con tutti i mezzi, è un insospettabile angolo verde e rigoglioso, con le sue pinete, le spiagge, i canali che la percorrono e le deliziose atmosfere da cartolina d’altri tempi. Un’area che si estende per 44 chilometri, preservata dalla cementificazione, tutta da esplorare, seconda spiaggia d’Italia per presenze turistiche (oltre 6,2 milioni), più o meno le stesse registrate dall’ Istat nel 2020 in Sardegna (6,3 milioni).

IL PAESAGGIO

La spiaggia di Cavallino Treporti, dalla sabbia soffice e chiara, si sviluppa per 15 chilometri a ridosso delle dune, con Venezia sullo sfondo. Il mare, per un particolare gioco di correnti cristallino e trasparente, si è guadagnato la Bandiera Blu della Fee, un’organizzazione che si occupa di educazione ambientale, sposando criteri molti rigidi, tra cui l’equilibrio tra attività balneari e protezione della natura.

FLORA E FAUNA

L’habitat lagunare è caratterizzato dalla presenza delle barene, isolotti di terra periodicamente inondati dalla marea e dai ghebi, i canaletti che attraversano le barene e le valli da pesca. La zona è popolata da piante che prediligono gli ambienti salmastri e sorvolata da centinaia di specie di uccelli che la rendono particolarmente interessante per gli appassionati di birdwatching.

LE ESCURSIONI

Cavallino Obbligatoria un’escursione, anche in bici, a Lio Piccolo, delizioso borgo a nord di Cavallino, fondato nel 1600 da un mercante veneziano, circondato dalle “valli da pesca”, ovvero aree lagunari adibite a zone di pesca sin dall’antichità. Risale a pochi giorni fa la scoperta da parte di un gruppo di studiosi che sta conducendo scavi nel borgo, che conta soltanto 22 abitanti, di un allevamento di ostriche di epoca romana. Venezia e le sue bellezze sono invece raggiungibili in mezzora con il vaporetto.

PISTA CICLABILE

La pista del Pordelio è lunga quasi otto chilometri

La pista ciclabile del Pordelio di Cavallino Treporti è lunga quasi otto chilometri di cui 5 sospesi a sbalzo sulla laguna. Un percorso panoramico, particolarmente apprezzato dagli amanti delle due ruote, che permette di entrare in simbiosi con il territorio e rappresenta la pista ciclopedonale a sbalzo più lunga d’Europa.

GLAMPING CHE PASSIONE

Esistono strutture con spiagge dedicate ai pet

Cavallino, che vanta oltre 1e 400 milioni di presenze all’anno, è il luogo ideale per praticare il glamping, ultima tendenza in fatto di campeggio. La vacanza open air, a stretto contatto con la natura, non è quindi necessariamente più sinonimo di sistemazioni super spartane. Ed è una scelta ecosostenibile. Tra le strutture della zona si distingue Union lido, struttura a 5 stelle, tra i primi promotori in Italia di uno stile di vacanza ecologico in una dimensione più ricercata, dove è presente anche un centro talassoterapico. Caratteristica che gli è valsa nel 2013, il Green Travel Award, assegnato dalla Federazione italiana della stampa al miglior villaggio eco sostenibile e responsabile.