Con il sostegno di:

Immersioni da brivido sotto il ghiaccio del lago di Lavarone

Torna Under Ice, appuntamento nel fine settimana in Trentino, che si trasforma in un insolito paradiso dei sub

Un appuntamento fra le montagne per gli amanti del brivido. Questa volta però non si tratta di sci: il brivido sarà riservato ai coraggiosi che si immergeranno nel lago sotto una lastra di ghiaccio a mille metri sul livello del mare.

Non siamo ai tropici, ma in Trentino, che per l’occasione si trasforma in un insolito paradiso dei sub. Qui nel weekend torna la trentasettesima edizione di Under Ice. Anche quest’anno infatti il Lago di Lavarone, Bandiera Blu d’Europa, in provincia di Trento, vedrà impegnati centinaia di subacquei e diversi Corpi Speciali dello Stato. In cattedra ci sarà lAssociazione Nazionale Istruttori Subacquei con il seminario teorico-pratico per immersioni sotto i ghiacci fissato per il 29 e 30 gennaio.
La manifestazione è un evento di riferimento per tutta la comunità subacquea e permette di aumentare il proprio bagaglio d’esperienze, con un’immersione veramente unica nel suo genere e nella più completa sicurezza.
Si inizierà già venerdì 28 gennaio con il tradizionale taglio della crosta ghiacciata del lago, ed è possibile partecipare a questo primo evento nell’evento. Sabato mattina stage teorico per conoscere le problematiche relative alle immersioni in acque fredde e un breve briefing con le spiegazioni e le metodiche per questo tipo di esperienza di immersione in alta quota.
A seguire i partecipanti si cambieranno nelle tende riscaldate della Protezione Civile e poi via in un’immersione ai limiti delle capacità umane. La sicurezza è comunque garantita anche grazie all’assistenza dei sommozzatori di Guardia di Finanza, Polizia di Stato, Carabinieri Subacquei, Protezione Civile e Croce Rossa Italiana. La partecipazione è aperta a tutti i sub in possesso di brevetto almeno di primo livello o Open Water, solo per le immersioni in notturna è necessario un brevetto di livello superiore. Non occorre portarsi da casa l’attrezzatura pesante, che anche quest’anno sarà fornita dall’organizzazione.
Saranno t
re giorni di intense emozioni tra le splendide montagne innevate del Trentino non solo per i partecipanti, ma per tutti i turisti, per i quali sarà un’occasione unica per assistere a delle prove di immersione in un ambiente estremo e vedere calare dall’alto un sommozzatore agganciato al verricello dell’elicottero e centrare un foro di un paio di metri inciso nella coltre ghiacciata del lago.
Tutte le informazioni sul sito www.anis.it oppure contattare direttamente la segreteria nazionale Anis (tel.064503300). Mail: lavarone@anisweb.org