Green Pass e viaggi in Europa: tutte le nuove regole

L’Unione Europea ha appena presentato le nuove regole per i viaggi all’interno della UE. A partire dal 10 gennaio 2022 nessuna restrizione per i cittadini UE che hanno un Green pass valido

green-pass-e-viaggi-in-europa-tutte-le-nuove-regole

L’Unione Europea mette in chiaro le regole per tutti i viaggiatori che vogliono visitare i Paesi della UE anche durante questo periodo di recrudescenza della pandemia. Dal prossimo 10 gennaio 2022, ha spiegato il commissario per la Giustizia Didier Reynders in una conferenza stampa, tutti i cittadini europei possessori di un Green Pass valido possono entrare nelle altre nazioni della UE senza restrizioni. Bruxelles chiede anche ai suoi membri che il certificato verde duri al massimo 9 mesi. Ingresso consentito anche per i cittadini extra UE a patto che siano vaccinati con sieri approvati dall’Ema, l’Agenzia Europea del Farmaco.

 

Nessuna restrizione ai viaggi per gli europei vaccinati

“Una cittadino europeo in possesso di un Green pass Covid valido, in linea di principio, non dovrebbe essere soggetto a ulteriori restrizioni, come test o quarantena, indipendentemente dal luogo di partenza nell’Ue“. Sono chiare le parole del commissario per la Giustizia dell’Unione Europea Didier Reynders e confermano che per spostarsi all’interno della UE non servirà altro se non un Green Pass valido. La nuova regola entrerà in vigore dal prossimo 10 gennaio 2022 per “dare ai paesi membri il tempo sufficiente per un approccio coordinato” ha spiegato sempre Reynders.

 

La durata del Green Pass

Bruxelles raccomanda agli Stati dell’Unione di fissare a 9 mesi la durata del certificato verde.  Passati i 9 mesi, il Green Pass non sarà ritenuto più valido “a meno che non sia stata somministrato un richiamo”, ha specificato il commissario per la Giustizia dell’UE.

Una decisone – ha precisato Reynders – che “tiene conto delle linee guida del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie sulla somministrazione di dosi di richiamo a partire da 6 mesi dal ciclo primario e che prevede un periodo aggiuntivo di 3 mesi per garantire che le campagne di vaccinazione nazionali possano adeguarsi e i cittadini possono accedere ai booster”.

 

La nuova mappa dei colori dei Paesi europei

Anche l’ormai famosa mappa delle nazioni europee che indica i livelli di rischio legati alla pandemia sarà modificata. I colori restano gli stessi, dal verde al rosso scuro, ma per indicare in quali zone il virus circola maggiormente verranno usati parametri diversi. Non solo quello dei nuovi casi ma anche le somministrazioni di vaccino e i test eseguiti su quel territorio.

L’utilizzo delle mappe, inoltre, diventerà più che altro informativo, anche se resterà l’indicazione di scoraggiare i viaggi da e per le zone rosso scuro.

 

Le regole per i cittadini Extra UE

Nuove regole anche per chi arriva in Europa da Paesi extracomunitari. “Dal 1° marzo 2022, chi è vaccinato con sieri autorizzati dalla Commissione europea e dall’Ema – ha spiegato la commissaria europea agli Affari interni, Ylva Johansson – potrà sempre entrare nell’Unione europea senza restrizioni aggiuntive”. Chi, invece, è vaccinato con vaccini riconosciuti solo dall’Oms, potrà entrare nell’Unione ma dovrà sottoporsi a tampone.