Dagli Etruschi agli anni Ottanta del Novecento, è fatta di miniere una fetta dell’entroterra dietro la costa e fino all’isola d’Elba per l’estrazione dei minerali del ferro che già gli Etruschi commerciavano per mare dal porto di Baratti-Populonia. Dove sorge anche un Parco Archeologico che propone la visita in due aree distinte: la parte bassa, con le necropoli, le cave, i quartieri industriali; la parte alta con l’acropoli di Populonia, i templi, gli edifici, i mosaici e le strade della fase romana, e i resti delle capanne del primo insediamento etrusco. Un altro importante museo, a pochi chilometri nella zona di Campiglia Marittima, è il Parco Archeominerario di San Silvestro, tutto all’aperto, scavato nella collina. Di epoca più recente, ma comunque di grande interesse, il Parco Minerario Naturalistico di Gavorrano, alle spalle di Follonica, con le sue suggestive gallerie.