Musica blues in Valle d'Aosta
Musica blues in Valle d'Aosta

Domani è ferragosto e ancora non abbiamo deciso cosa fare? Ecco qualche idea originale, molto last minute, a ferragosto e nei giorni vicinissimi, all’insegna di musica, divertimento e cultura, e, cosa che non guasta, molto low cost.

Musei aperti a Torino
A Torino musei aperti a Ferragosto e ricchi di mostre ed eventi. Alcuni come l'Egizio, i Musei Reali e la Reggia di Venaria lo resteranno fino a notte, per una visita diversa dall'usuale.
Il Museo Egizio, aperto tutti i giorni fino alle 18,30, il 16 resta aperto fino alle 22.30. Ai Musei Reali si possono visitare le stanze reali e i Giardini, fino a mezzanotte la sera del 24 agosto, ma tutte le sere i cancelli sono aperti per la rassegna Cinema a Palazzo.
Sono aperti, tutti giorni della settimana di Ferragosto, anche il Museo del Cinema, con orario allungato fino alle 20 anche per l'ascensore delle Mole Antonelliana, i musei della Fondazione Torino Musei, Palazzo Madama, Gam e Mao, al prezzo eccezionale di un euro; il Museo del Risorgimento, il Museo dell'Automobile, l'Orto Botanico. Festa di Ferragosto, la sera del 14, alla Reggia di Venaria; aperto anche il Castello della Mandria.

Musica blues in Valle d’Aosta
Le note della musica blues animeranno i vicoli del borgo di La Thuile (AO) il 16/17 agosto: sarà la prima edizione del La Thuile Blues Festival, che il 16 e il 17 agosto animerà un luogo dal fascino magico, immerso in un territorio abitato nei secoli passati dai Celti, dai Salassi e dai Romani. Per due giorni consecutivi dalle ore 17 alle ore 20, dieci gruppi – tra cui i Blues Power e i Boj da Aosta e i Maiky Blues Band da Torino – si alterneranno lungo le strade del paese; alle 21 la festa si sposterà sul palco centrale, dove si esibiranno due tra le più quotate band d’Italia: i Blue Cat Blues da Potenza il 16 agosto e i Three Steps da Roma il giorno successivo.

Milano, ingresso gratis per il compleanno di Brera
A Ferragosto la pinacoteca di Brera compie 210 anni e per festeggiarli organizza una giornata a ingresso gratuito, il 15 agosto stesso, dalle 8.30 alle 22.15.
Dalle 18, oltre ad ammirare l'intera collezione, sarà possibile anche ascoltare gli allievi della Civica Scuola di Musica Claudio Abbado.
L'anniversario della Pinacoteca coincide anche con il giorno della nascita di Napoleone Bonaparte, figura fondamentale per la nascita e la storia del museo. La Pinacoteca di Brera venne ufficialmente istituita nel 1809, sebbene una prima eterogenea raccolta di opere fosse già presente a partire dal 1776 - e ampliata negli anni successivi- con finalità didattiche, a fianco dell'Accademia di Belle Arti voluta da Maria Teresa d'Austria. Quando Milano divenne capitale del Regno Italico la raccolta, per volontà di Napoleone, si trasformò in un museo.

Nei musei di Firenze
Nella giornata di giovedì 15 agosto 2019 tutti i principali musei fiorentini sono aperti: dagli Uffizi all’Accademia (che chiude alle 22.00), fino a Palazzo Vecchio. Ci sono anche ingressi gratuiti:il museo di San Marco, a pagamento, per l’occasione è a ingresso libero per tutta la giornata di Ferragosto, lo stesso per Villa Bardini dove c’è la mostra su Isadora Duncan.

Cocomeriadi di ferragosto
La sfida dell’estate? Le Cocomeriadi di Ferragosto, organizzate in contemporanea giovedì 15 agosto a Zoomarine (Torvaianica), Aquafelix (Civitavecchia) e AcquaJoss (Consalice, Ravenna), i tre Parchi italiani del Gruppo Dolphin Discovery. La sfida si annuncia maxi, come anche la scorpacciata di cocomero. Tradizione storica di Zoomarine, le sfide del 2019 saranno top secret fino all’ultimo momento ma negli anni scorsi le Olimpiadi del cocomero si sono disputate con gare di degustazione, velocità e resistenza tra attrazioni acquatiche, montagne russe e piscine. Oltre alle Cocomeriadi, non mancheranno i Beach Party a tema, Schiuma Party, balli di gruppo, dj-set e animazione.
,
Emigranti in festa a Monteleone d’Orvieto (TR)
Fino al 16 agosto la Sagra degli Umbrichelli di Monteleone d’Orvieto non è solo uno degli appuntamenti gastronomici più attesi in Umbria, ma è diventata il fulcro aggregante della “Rimpatriata”, la festa che dal lontano 1965 accoglie i paesani emigrati che qui tornano per trascorrere le ferie nel grazioso borgo medievale in provincia di Terni.

gloriaciabattoni@gmail.com