Con il sostegno di:

Éric Cantona apre un’agenzia di viaggi per gli amanti del calcio

La leggenda del Manchester United (e non solo) organizza tour a tema nelle capitali europee del calcio, partita allo stadio compresa

“Il calcio è uno dei più grandi maestri di vita. È una delle più grandi fonte di ispirazione della vita. Il calcio dà significato alla vita, ma al tempo stesso la vita dà significato al calcio”. Parola di Éric Cantona, che così presenta la sua ultima iniziativa: un’agenzia di viaggi dedicati agli appassionati dello sport più amato del mondo. Un’idea originale, ma d’altra parte non ci si può mai aspettare niente di banale da una leggenda del calcio così fuori dagli schemi come Cantona. L’agenzia si chiama Looking FC e non propone semplici tour, ma veri e propri pellegrinaggi in alcune delle capitali europee del pallone, da Liverpool a Barcellona, da Manchester a Milano. Con al centro, ovviamente, la partita.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Looking FC (@lookingfc.official)

 

Guidati da un cosiddetto capitano, fan ed esperto della squadra ospitante, i partecipanti visitano lo stadio, girano la città seguendo il filo conduttore della passione per il team locale, incontrano i tifosi nei posti dove si ritrovano abitualmente, imparano cori e inni, partecipano a sessioni di tattica, immergendosi nell’atmosfera popolare, genuina ed elettrica che anticipa e pervade il giorno del match. Fino al momento culminante: l’indimenticabile serata della partita. I tour durano tre giorni e tre notti, costano a partire da 1560 euro e la quota include praticamente tutto, dall’hotel ai drink, dalle cene al biglietto, tranne un paio di pranzi e le spese di viaggio.

Il primo appuntamento è fissato a marzo per andare a vedere Liverpool-Inter, il ritorno degli ottavi di finale di Champions League, ad Anfield, il tempio dei Reds. Seguiranno poi fra gli altri Real Madrid contro PSG e contro Barcellona, Liverpool-Manchester United, Sporting-Benfica e Inter-Roma. Al momento non è prevista la presenza di Éric in persona, ma chissà che non possa fare una sorpresa ai suoi “ospiti” per un giro di birre e i commenti a caldo dopo la partita.

(Foto: ANSA/EPA/ALEXANDRE DIMOU)