Con il sostegno di:

Cosa fare (e mangiare) in Grecia in inverno

Rilassarsi alle terme, passeggiare o pedalare nella natura, visitare le isole o ammirare i siti storici: ecco cosa fare in Grecia in inverno

cosa-fare-e-mangiare-in-grecia-in-inverno

L’inverno 2022 sta colpendo duro la Grecia, con neve dappertutto. Le immagini di Mykonos imbiancata furoreggiano sui social come fossero un evento eccezionale, ma in realtà la Grecia, è anche una meta invernale.
Il picco delle visite si raggiunge, di certo, nella stagione estiva, ma le località greche hanno tanto da offrire anche nel resto dell’anno e nei mesi più freddi: non solo isole dalle temperature miti dove svernare, ma anche montagne, impianti sciistici, regioni dove fare sport e trekking. Al punto che l’ente turistico ha lanciato una campagna per celebrare le località invernali della Grecia e le attività che si possono fare. Ecco 5 cose da fare in Grecia in inverno.

 

1. Rilassarsi alle terme in Grecia in inverno

La Grecia può vantare alcune tra le sorgenti termali naturali più affascinanti del mondo, fra la Calcidica e la Tessaglia. Le terme di Termopili, ad esempio – poco lontane dal luogo in cui, secondo il mito, Leonida e i suoi 300 spartani si opposero all’armata persiana– furono create, secondo la leggenda, da Efesto (il Dio greco del fuoco) e oggi ospitano uno stabilimento costruito attorno alla sorgente nel 1935. Si trovano vicino la città di Lamia, nella parte centrale del Paese.
Le terme di Pozar, che si trovano invece nel distretto di Pella, nella regione della Macedonia Centrale, sorgono ai piedi del Monte Kaimaktsalan. L’acqua che arriva a queste vasche naturali raggiunge anche la temperatura di 37 gradi.

 

2. Trekking in mezzo alla natura in Grecia

La Grecia, con il suo clima mite, permette di dedicarsi anche nella stagione invernale alle passeggiate nella natura. Tra le località da visitare c’è sicuramente Tinos, una delle isole dell’arcipelago delle Cicladi, non lontana da Mykonos. Sull’isola si trovano circa 300 km di itinerari naturalistici che portano a scoprire i villaggi dell’entroterra. Uno dei sentieri più importanti è denominato The Highlands e arriva fino all’altopiano di Livaderi, nel cuore dell’isola e con un panorama davvero suggestivo. Anche il Monte Olimpo, nella Grecia continentale, è spesso frequentato dagli escursionisti. Se nei mesi a gennaio e febbraio, scalarlo è un’impresa per pochissimi (la vetta è a 2.900 metri), si può comunque percorrere i sentieri alla sua base e ammirare l’iconica cima.

 

3. Grecia in bicicletta in inverno

Per gli amanti della natura, le passeggiate non sono l’unica possibilità per scoprire la Grecia più selvaggia. Il cicloturismo, infatti, è una valida alternativa. Appena fuori dalle città si trovano gli itinerari alternativi e i percorsi sterrati dedicati alle escursioni in bicicletta. Tra i sentieri più belli, tre appartengono al circuito Eurovelo (le piste ciclabili a lunga distanza che attraversano tutta Europa e che toccano anche la Grecia). Si tratta del percorso numero 8 che parte da Cadice in Spagna, costeggia l’Adriatico e arriva a Limassol a Cipro, passando anche dalla Grecia e da Atene; del numero 11, che attraversa la Macedonia e le coste dell’Egeo e arriva – anch’esso – fino alla capitale. E l’itinerario numero 13 che si muove parallelo al confine con la Bulgaria.

 

4. Al caldo nelle isole semi-deserte in Grecia

Non è un segreto che le isole della Grecia siano tra le zone turistiche più frequentate in alta stagione; questo spesso non permette ai visitatori di godersi la vacanza appieno. Visitarle in inverno potrebbe essere la soluzione ideale, ma bisogna fare una distinzione necessaria: non tutte le isole greche hanno collegamenti diretti con l’Italia per tutto l’anno e in bassa stagione è preferibile restringere la cerchia solo ad alcune. Corfù, ad esempio, che è raggiungibile tanto in aereo che in nave; Santorini che in inverno consente di godersi una vacanza con tutti i comfort ma a prezzi decisamente più contenuti di quelli che avrebbe in estate, oppure anche Creta, che essendo l’isola più a sud tra tutte, conserva un clima decisamente mite anche in inverno e permette anche di vivere le sue splendide spiagge senza folla.

 

5. I siti storici e archelogici da vedere in Grecia in inverno

La Grecia è cultura e tradizione. La stagione invernale può essere il periodo perfetto per dedicarsi a un tour tra scavi archeologici e musei e anche per assaggiare alcuni piatti tipici greci caldi e poco presenti nei menù estivi. Un itinerario turistico nella Grecia antica potrebbe coinvolgere Corinto (con il canale navigabile e il tempio dedicato ad Apollo), il sito archeologico di Olimpia, uno dei più importanti e ricchi del Paese (con le rovine dell’antica città sede dei primi giochi olimpici della storia, delle zone di allenamento degli atleti, dello stadio e i templi dedicati agli dei Era e Zeus); Delfi con i suoi celebri scavi; e, ovviamente, Atene con il Partenone e il museo dell’Acropoli.

 

Cosa mangiare in inverno in Grecia

Tra le ricette tipiche invernali da assaggiare nei ristoranti delle città della Grecia – oltre a moussakà, Gyros Pita e Souvlaki – ci sono due zuppe, che difficilmente possono essere gustate in estate perché si consumano calde. La prima è l’Avgolémono, a base di uovo e limone, con aggiunta di carote e carne di pollo. La seconda è la Youvarlakia, un piatto unico a base di riso e polpette di vitello in brodo. Si tratta di pietanze greche della cucina povera, molto diffuse nella zona continentale.