Con il sostegno di:

Dove andare a vivere all’estero: la classifica delle migliori città del mondo

Kuala Lumpur, Tbilisi, Lisbona e le altre: quali sono e perché le città migliori in cui trasferirsi

dove-andare-a-vivere-allestero-le-migliori-citta-del-mondo

La piattaforma Preply – dedicata allo studio e all’apprendimento delle lingue – ha di recente pubblicato uno studio che riguarda le città ideali per chi desidera trasferirsi all’estero nel 2022. Il 26% delle persone che studiano una seconda lingua ha infatti intenzione di spostarsi e stabilizzarsi in un Paese diverso da quello natale. La ricerca vuole fare luce su quali elementi prendere in considerazione prima di farlo. Ecco quali sono le città più adatte agli expat in tutto il mondo.

Le città migliori per chi arriva da un Paese straniero

Per arrivare a stabilire le città migliori e più accoglienti per chi arriva da un Paese straniero, lo studio ha utilizzato 11 diversi parametri, che riguardano altrettanti aspetti della vita in un grande centro estero. La ricerca ha analizzato lo stipendio medio per un expat, il costo mensile della vita, le imposte sul reddito, l’affitto mensile di una stanza, il prezzo di un singolo pasto o di una postazione di co-working. Ma anche l’indice di sicurezza della città, la presenza di monumenti e attrazioni, la velocità della connessione a internet, il tasso di ritorno dei visitatori (chi ha già visto la città ritorna a visitarla? E quanto spesso?) e, per finire, il numero di ore di studio necessarie per apprendere la lingua che più si parla in un singolo Stato.

1. Kuala Lumpur – Malesia

Secondo la classifica stilata la città migliore per gli expat è Kuala Lumpur. Lo stipendio mensile netto per chi la sceglie come seconda patria è di circa 1.200 euro e le spese di affitto di una stanza nella zona centrale della capitale della Malesia non superano di molto i 400 euro. Il malese inoltre, la lingua ufficiale, non si impara con grandi difficoltà: con circa 900 ore di studio si raggiunge un livello medio-alto di conoscenza. Un tempo inferiore per l’apprendimento è richiesto – tra le lingue parlate nelle prime 10 città in classifica – solo per imparare lo spagnolo e il portoghese.

2. Tbilisi – Georgia

Tbilisi, in Georgia, occupa il secondo gradino del podio in quanto a vivibilità. Si tratta di una delle città più sicure, tra quelle prese in esame dallo studio, e questo fa salire di molto il punteggio generale assegnatole. C’è inoltre da notare che il 18% dei turisti che l’hanno già visitata ritorna almeno un’altra volta in città (particolare che la rende uno dei centri con la percentuale più alta di ritorni), nonostante le attrazioni visibili non siano tantissime. L’accoglienza quindi è tra le migliori. La vita a Tbilisi non ha costi esosi ma, rispetto a Kuala Lumpur, gli stipendi netti medi degli expat sono decisamente più bassi.

3. Lisbona – Portogallo

Lisbona, secondo quanto registrato dalla classifica, si piazza al terzo posto tra le città migliori per chi arriva da un Paese estero. I suoi punti di forza sono la sicurezza e la semplicità con cui si impara il portoghese. È infatti uno dei centri meno pericolosi e, con circa 600 ore di studio, si può arrivare a un ottimo livello di conoscenza della lingua. Lisbona è anche la città adatta ai lavoratori digitali, in quanto si registra una delle migliori performance per la velocità della connessione a internet. Altro grande vantaggio sono le attrazioni e i monumenti presenti in città: 476, che la rendono perfetta per chi ama la scoperta.

Le altre città migliori per gli expat (una è italiana)

Dubai si trova al quarto posto nell’elenco stilato da Preply grazie alle sue attrazioni, alla sicurezza e agli sgravi fiscali, ma resta comunque molto cara per un expat. Bangkok e Praga occupano il quinto e sesto posto. Al settimo, all’ottavo e al nono posto tra le migliori città per chi desidera trasferirsi all’estero ci sono invece Madrid, Barcellona e Alicante. La Spagna è l’unico Stato ad avere ben tre città nella top 10. Il decimo posto è invece occupato da Montreal, in Canada. La migliore città italiana in cui trasferirsi se si arriva da un Paese straniero risulta essere Trento, ma è bene sottolineare che nei primi 20 posti della classifica Preply non compare nessun centro italiano.