Bormio, cosa fare questo inverno tra mercatini, sci e altri sport

Dal 27 novembre riparte la stagione invernale a Bormio e a Santa Caterina. Tornano anche le gare di sci alpinismo, gli appuntamenti natalizi i e tante altre attività (extra-sci) da fare sulla neve

Tutto pronto per la riapertura, dal 27 novembre, degli impianti di Bormio e Santa Caterina Valfurva. Un paradiso per gli amanti della velocità: una su tutte, la discesa Bormio 3000, con i suoi 1800 metri di dislivello dalla vetta fino al paese.
Qualche giorno dopo aprono le piste più semplici, adatte anche ai meno esperti e ai bambini, di Cima Piazzi (dal 4 dicembre) e di San Colombano (dal 18).
Ma la stagione attende anche chi lo sci ama seguirlo da fuori: a Bormio, infatti, già nominata per ospitare le gare di sci alpinismo delle Olimpiadi invernali del 2026, si terranno tra novembre e il prossimo febbraio la Coppa Italia e d’Europa e le FIS Ski World Cup. A completare il quadro invernale sono poi gli appuntamenti con lo sci notturno, i mercatini di Natale e tanti altri eventi. Ecco i più significativi.

Eventi e iniziative di Natale a Bormio

Bormio e il suo centro storico si animano di tradizioni in vista del Natale. Cuore pulsante sono i mercatini di Piazza San Crocifisso, dedicati all’artigianato artistico e familiare, in programma fino al 7 gennaio 2022, e quelli nella piazza di Combo dedicati agli hobbisti (8, 19, 24 dicembre 2021 e 7 gennaio 2022).
Lungo le vie di Sondalo, dall’11 dicembre si tiene Strade di Cioccolato, un percorso itinerante di degustazione di cioccolate calde. E non mancheranno i Mercatini di Santa Caterina nelle giornate del 7, 18, 29 dicembre 2021 e 5 gennaio 2022.

Eventi e attività legate alla neve a Bormio

Novità dell’anno è l’iniziativa Sci all’alba a Bormio. Si va in pista all’alba per lasciare per primi la firma sul manto nevoso e godersi le luci più belle dell’inverno. E poi, una ricca colazione valtellinese a 3000 metri (30 gennaio; 8, 12, 27 febbraio e 1° marzo 2022).
Per chi alle prime luci del giorno preferisce il buio, l’appuntamento è con Sci notturno, l’esperienza che porterà appassionati ed esperti a vivere l’emozione di una discesa sotto le stelle sulla Pista Stelvio perfettamente illuminata (le date di Santa Caterina, sulla pista Deborah Compagnoni sono il 13, 27 gennaio; 10, 24 febbraio; 10 marzo 2022. Quelle di Bormio il 21 gennaio; 4, 18 febbraio; 4, 18 marzo 2022).
Deguski, invece, è l’appuntamento che unisce sci alpinismo o escursionistico alle degustazioni a tappe (6 marzo 2022, sul comprensorio di San Colombano).

Sciare a Bormio: itinerari per tutti

Il comprensorio di Bormio ha una predisposizione naturale per lo scialpinismo. Le sue montagne sono quasi tutte raggiungibili con le pelli di foca, con dislivelli fino ai 2000 metri e ghiacciai che permettono di praticare questo sport fino ad aprile. Solo nel Parco Nazionale dello Stelvio si calcolano più di 350 itinerari, che si snodano tra le vallate di Bormio, Valfurva, Valdidentro, Valdisotto e Sondalo. Sono percorsi pensati per tutti e vanno dai più semplici, vicino alle piste, alle grandi risalite su montagne imponenti come il Gran Zebrù.

Piste da sci di fondo a Bormio

Per gli appassionati di sci di fondo, a Santa Caterina Valfurva, c’è la “pista Valtellina”, teatro di competizioni internazionali e appuntamenti di Coppa del Mondo con tracciati agonistici (di 5 e 10 km), affiancati da diversi percorsi turistici (di 2, 3 e 5 km).
Imperdibile è anche la “pista Viola” a Valdidentro-Isolaccia, un cross country di 10 km lungo l’omonimo fiume, tra scorci romantici di baite di montagna, ponti e boschi.
Ancora a Bormio, invece, si scivola sulla “pista Alute”: un anello di 5 km con saliscendi e lunghi rettilinei e un altro anello da 2,5 km, un poco più tecnico del primo e con maggiori dislivelli.

Ciaspole, fat bike, equitazione e sleddog

Nel Parco Nazionale dello Stelvio ci si immerge anche con le ciaspole ai piedi, in sella a una fat bike o a bordo di una slitta trainata da cani. Queste ultime sono organizzate dal Centro Italiano Sleddog Husky Village (in località Arnoga di Valdidentro) che offre la possibilità di provare, insieme a un istruttore, l’emozione di guidare una slitta trainata da una muta di Alaskan Husky.
Chi volesse invece avvicinarsi all’equitazione in versione invernale, può rivolgersi al centro ippico  Bormio Wild Horse.
Chi vuole pattinare sul ghiaccio al coperto può farlo al Palaghiaccio Palazzo del ghiaccio di Bormio, o all’aperto sulle piste naturali di Santa Caterina Valfurva e Isolaccia, in Valdidentro.
Bormio, infine, è una delle poche località alpine italiane ad avere una pista da curling coperta: oltre a fornire le nozioni base e l’attrezzatura necessaria, il Gruppo Curling di Bormio aiuta anche i principianti che vogliono cimentarsi in questo sport.