Con il sostegno di:

Bologna, a novembre risuonano le note del Jazz Festival

Ricco calendario tra la città e l'area metropolitana con meglio il del jazz nazionale, di quello made in Usa e proposte innovative da tutto il mondo

Bologna – Novembre a Bologna significa Jazz Festival, il grande appuntamento musicale che abbraccia la città e i comuni dell’area metropolitana raggiungendo anche le province di Ferrara e Forlì. Il meglio del jazz nazionale, di quello made in Usa e proposte innovative invadono il territorio con una ricca programmazione che si protrae fino all’1 dicembre.

Tra gli eventi più attesi, da non perdere il 16 novembre al Teatro Duse la MingusBig Band, formazione che ha ufficialmente raccolto l’eredità musicale di Charles Mingus, sotto la gestione di Sue, vedova dell’artista. E poi il 24 novembre Edu Lobo, padre fondatore della música popular brasileira, suonerà al Teatro Celebrazioni assieme a un quartetto con cui ripercorrerà i sessant’anni di carriera. Ma il Bologna Jazz Festival non vuol dire solo concerti. La proposta, infatti, annovera diverse iniziative didattiche oltre che un sodalizio artistico con i fumetti di Francesca Ghermandi, le cui opere sono esposte sull’Autobus del Jazz e nelle bacheche storiche di Cheaponboard.

Inoltre, per l’occasione i jazz club disseminati in tutto il centro storico infittiscono la loro programmazione. A partire dalla Cantina Bentivoglio, il club dalla più lunga tradizione jazzistica, che propone, tra gli altri, il quartetto ‘Connection’, formato da due solisti di punta: il trombettista Fabrizio Bosso e il sassofonista Rosario Giuliani (17 novembre). Notevole anche la programmazione del Camera Jazz & Music Club, con proposte permeate di jazz made in Usa, mentre il Bravo Caffè mescola jazz italiano e internazionale.

Info: bolognajazzfestival.com