Ardbeg Fermutation, il whiskey dallo spirito selvaggio plasmato dall’aria di Islay

La rottura di una caldaia ha portato a sperimentare una fermentazione di tre settimane, la più lunga nella storia della storica distilleria scozzese

whiskey scozia islay

Frutto di una svista, è una delle bottiglie che suscita maggiore curiosità nel mondo dei whiskey. Da febbraio è disponibile anche in Italia, in esclusiva su Tannico, Ardbeg Fermutation, whiskey invecchiato 13 anni che è la deliziosa conseguenza di un esperimento non pianificato che ha portato alla fermentazione più lunga nella storia della storica distilleria scozzese.

Nel novembre 2007, Ardbeg ha affrontato una delle sue sfide più complicate. Una caldaia rotta minacciava l’esistenza di sei washback pieni di malto prezioso. La squadra ha provato tutto il possibile per far funzionare la caldaia, senza successo. Ma il sempre ottimista dottor Bill Lumsden, direttore della distillazione, ha visto questo problema come un’opportunità per sperimentare. Ha subito incaricato il personale di aprire i coperchi dei ed esporre il contenuto all’aria dell’isola di Islay. Ha avuto così inizio un’epica fermentazione di tre settimane – la più lunga nella storia di Ardbeg – che alla fine ha restituito uno spirito selvaggio, vivace e vibrante.

“Ho sempre voluto sperimentare fermentazioni più lunghe – ha commentato lo stesso Lumsden – quindi penso che un guasto involontario alla caldaia sia stata la cosa migliore che potesse accadere. La maggior parte dei whiskey Ardbeg viene lasciata fermentare solo per 72 ore e questo esperimento ci ha permesso, per tre settimane, di esplorare un territorio fino ad allora sconosciuto. Il risultato è un assaggio che sa di pura fantascienza. Torba e fumo si fondono magnificamente con aromi freschi e floreali, mentre le note taglienti e più maltate conferiscono ad Ardbeg Fermutation un profilo unico e speziato”.

La speciale edizione Ardbeg Fermutation è riservata all’Ardbeg Committee, la community della distilleria cui ci si può iscrivere i gratuitamente registrandosi sul sito www.ardbeg.com/committee. Gli amanti di Ardbeg sono invitati a unirsi.