Con il sostegno di:

Arbatax Park Resort: il paradiso dei bambini tra natura e sostenibilità

Nella penisola verde dell’Ogliastra, una vacanza basata su un benessere ideale per adulti e bambini

mare sardegna

Spesso, nei ricordi d’infanzia, i luoghi che abbiamo visitato ci appaiono più grandi e più belli. Una vacanza all’Arbatax Park Resort non ha, invece, bisogno della magica lente della memoria: tutto è pensato per rendere il soggiorno dei piccoli ospiti un paradiso di esperienze e sensazioni. Una penisola di 60 ettari di natura incontaminata ospita il complesso che per ben tre anni consecutivi ha ricevuto il riconoscimento di ‘Miglior Eco Resort del Mondo’ dai prestigiosi World Travel Awards, gli Oscar del Turismo.

Si affaccia sulla costa frastagliata dell’Ogliastra con numerose insenature, scogli, spiaggette di sabbia, piattaforme solarium in legno e, per chi lo desidera, la lunga spiaggia di Orrì, tornata al consueto splendore dopo le mareggiate degli ultimi anni, raggiungibile in pochi minuti con navetta via mare. Tra i punti di forza del resort il Parco Naturalistico e Faunistico Bellavista e il Giardino delle Meraviglie. Il parco occupa 40 ettari della penisola: un ecosistema protetto di oltre 500.000 piante, più di 500 animali e 5.000 metri di passeggiate tra olivastri, lentischi e mirti dove vivono mufloni, cinghiali, cavalli di razza e cavallini della giara, daini, asini, pecore e mucche sarde, oltre a numerose specie di volatili. Il parco è aperto agli ospiti ed è un’esperienza unica per i più piccoli che spesso vedono qui per la prima volta animali che hanno solo visto sui libri o in tv: si può andare a piedi o a bordo di speciali mezzi accompagnati dai ranger, ammirando scorci di grande suggestione, a picco sulle tipiche rocce di porfido rosso di Arbatax.

Il ‘Giardino delle Meraviglie’ invece offre un percorso multisensoriale che consente agli ospiti, varcata una pesante porta in legno incastonata nella pietra, di immergersi in un tripudio di fiori, alberi, lucciole e farfalle. Qui è possibile entrare in sintonia e in armonia con la natura, risvegliando i cinque sensi in diverse zone che rappresentano le quattro stagioni. Pensato per i bambini – ma apprezzato dal bambino che vive all’interno di tutti gli adulti – offre visite botaniche guidate, il labirinto di bambù, spazi per praticare yoga e meditazione, la palestra degli ulivi per lo stretching e la domus de Janas, la casa delle fate della tradizione sarda. In arrivo una biblioteca di cristallo per consultare opere di autori sardi e libri sulla Sardegna. Il Giardino delle Meraviglie è stato insignito lo scorso anno del premio ‘World’s Leading Sensory Garden’. E

vidente che i bambini sono al centro dell’attenzione e anche le attività dei più piccoli sono all’insegna della sostenibilità e del rispetto della natura. Il programma gratuito per i bimbi si chiama VIK Club (Very Important Kids), ed è stato studiato per stimolare i più piccoli a trasformare la vacanza in un’occasione per scoprire la loro parte creativa attraverso il rapporto con la natura e l’arte. I bambini possono ambire a diventare Ranger del parco – cinque gradi, da recluta a capitano – (ai ‘capitani’ è dedicata, nel mese di settembre, la Fabbrica delle Favole, una settimana in cui gli avventurieri possono giocare e divertirsi ideando una favola ambientata nel parco). Inoltre i bimbi possono ricevere il ‘Passaporto della felicità raccogliendo un timbro per ognuna delle numerose attività, come scoprire le tradizioni sarde ascoltando i Contos de Foghile, le leggende che gli anziani raccontavano in famiglia – per tenner ischidos sos pitzinnos, tener svegli i bambini – oppure esplorando la casa delle fate, partecipando a laboratori per fare il pane e il formaggio o alla caccia al tesoro all’interno del parco.

Non manca un luogo dove curare anche il corpo, il Centro Benessere & Spa Bellavista, creato dalla riconversione di un prestigioso centro equestre. La struttura, su 2000 metri quadrati, si affaccia su una enorme piscina con percorsi e giochi d’acqua circondata da quelle che un tempo erano le scuderie dei cavalli e che oggi ospitano sale per trattamenti e massaggi. Numerosi i percorsi benessere, bagno turco, sauna, docce emozionali, idromassaggi, cascate, vasche di acqua dolce e salata riscaldata a varie temperature oltre ai trattamenti estetici e massaggi, con utilizzo anche di essenze locali.

Molti gli eventi in programma durante l’estate: ogni venerdì si svolge la tradizionale ‘serata sarda’, durante la quale si preparano ricette tradizionali come i culurgiones e il tipico pane pistoccu, i dolci sardi e, naturalmente, il formaggio, che viene fatto assaporare ancora caldo col miele. E non mancano i laboratori degli artigiani, coltellinai, orafi, falegnami, erboristi, tessitori: un ulteriore modo di sostenere il territorio (insieme alla rete degli orti solidali adiacenti al resort che forniscono i loro prodotti a km zero per gli ospiti). A Chent’Annos… a tavola! è invece una kermesse gastronomica che onora le tradizioni della terra dei Centenari: l’Ogliastra, infatti, è una delle cinque blue zones, le cinque aree del pianeta con la più alta longevità e aspettativa di vita. InCantos, Sounds of Sardinia è, infine, un momento di grande suggestione, con esibizione di grandi e famosi maestri musicisti in riva al mare, sotto al cielo stellato.

Molte le attività eco-sostenibili che quotidianamente vengono condotte, con particolare attenzione per il riciclo e per l’utilizzo di energie alternative: i rami secchi diventano legna per i forni, recinzioni per gli animali o complementi di arredo; l’acqua piovana viene raccolta per irrigare il bosco e l’orto; la carta diventa lettiera per gli animali e tutti gli sfalci delle potature diventano humus per i giardini. Infine, è appena terminato il montaggio dei pannelli fotovoltaici che garantiscono la copertura dei parcheggi e oltre 400 KW, un prezioso boost di energia per tutte le attività del resort. Il resort è stato premiato quest’anno anche per la migliore ‘barca ecologica’ dall’Enviromental & Mobility Association per aver restaurato e dotato di impianto elettrico una storica imbarcazione, Stella (apparsa anche nel celeberrimo “Travolti da un insolito destino nell’azzurro mare di agosto” di Lina Wertmüller) e che oggi viene utilizzata per le operazioni di clean up dei fondali, alle quali gli ospiti possono partecipare per raccogliere plastica e rifiuti abbandonati.

Il resort offre ben 7 tipologie di sistemazioni (Telis, Cottage, Dune, Ville del Parco, Suites del Mare, Cala Moresca e Monte Turri), il Centro Benessere & Spa Bellavista, impianti sportivi e numerose attività. Ideali per le famiglie con bambini le sistemazioni del Telis, con diverse tipologie di camere, anche comunicanti, in stile mediterraneo e totalmente immerse nella vegetazione, i cottage e le ville del parco, che possono ospitare fino a 5 persone. Da quest’anno ogni struttura dispone di una propria reception, ristorante, bar e piscina. Sempre per i bambini, sono a disposizione la piscina Miniclub e Babyclub, mentre la soluzione ideale per le famiglie con bambini è la Piscina Tropicale, immersa nel verde e circondata dalle buganvillee. Non mancano, naturalmente, sistemazioni più esclusive e adatte agli adulti e alle coppie come le Dune, dall’inconsueta forma esagonale, e le Suites del Mare, tutte con giardino privato e spettacolari terrazze sul mare, al quale in molti casi si accede direttamente; particolari anche gli arredi, un curatissimo mix di artigianato sardo e arte orientale. Ogni suite ha una caratteristica diversa, ad esempio in una si dorme in una vecchia barca da pesca restaurata e in un’altra la testiera del letto è un enorme masso di pietra.

Per questa stagione estiva 2022 (con chiusura il 2 ottobre, che in Sardegna è ancora estate) Arbatax Park Resort propone diversi pacchetti, ad esempio ‘Spiaggia & Benessere’ che prevede soggiorno, colazione e cena a buffet, percorso benessere nella Spa, massaggi personalizzati, early e late check-in secondo disponibilità. Numerose le agevolazioni per i bambini che soggiornano gratis da 3 fino a 10 anni compiuti al Telis, gratis anche il primo bimbo nelle ville del parco (50% della quota adulto a partire dal 2°) e 50% per i cottage.
Per maggiori informazioni e ulteriori soluzioni www.arbataxpark.com